Chiusura discoteche, Joe T. Vannelli interviene sul tema

joe t vannelli photo

Joe T Vannelli, DJ e Producer di fama internazionale, interviene sul tema della chiusura delle discoteche che domina l’attualità di queste giornate di agosto.

“Chiudere le discoteche era l’unica via possibile per evitare il diffondersi del contagio. La decisione è arrivata dopo ferragosto, a stagione quasi ultimata. Anche l’atteggiamento più scrupoloso dei locali che hanno contingentato il numero di ingressi, non è bastato: le immagini di ragazzi ammassati senza mascherina hanno fatto il giro sui social networks e le abbiamo viste tutti.

L’iniziale decisione di aprire le discoteche sembrava fatta per accontentare, nei limiti del possibile, i gestori dei locali, e non bloccare per tutta l’estate un settore già in forte crisi; decisione diversa rispetto a quanto fatto a Ibiza, ad esempio, dove le discoteche non hanno aperto neppure un giorno, o per i festival come Tomorrowland e tanti altri rinviati all’estate 2021.

Ora lo Stato ha l’obbligo di sostenere il settore: servono urgentemente misure adeguate come incentivi, sgravi e cassa integrazione per un comparto, e il suo indotto, florido e rilevante per l’economia del Paese”.