Il cinema riparte, l’estate 2020 di Mariposa Cinematografica

mariposa cinematograficaROMA – “A partire dal 15 giugno il mondo del cinema riparte. Sarà una ripartenza particolare: nuove regole, nuove sfide per un settore messo a dura prova da questi mesi appena trascorsi. Siamo pronti a ricominciare però, desiderosi di sostenere, con il nostro contributo, il cinema e gli esercenti. In attesa del lancio delle prossime nuove uscite, Mariposa Cinematografica mette a disposizione per le arene e i cinema i propri titoli a condizioni di noleggio sostenibili. Opere suggestive e grandi temi che manifestano la vitalità e l’importanza della settima arte per tutti in ogni momento storico”. Lo riferisce Mariposa Cinematografica che propone alcuni titoli di seguito elencati in attesa delle nuove uscite.

Questi i titoli di Mariposa Cinematografica:

MANTA RAY
di Phuttiphong Aroonpheng
Miglior Film Sezione Orizzonti della 75a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

In un villaggio sulle rive del mare, un giovane pescatore trova un uomo ferito, a cui presta soccorso e con cui sviluppa un legame tacito. Perché Thongchai, come lo chiama il pescatore assegnandogli il nome di una pop star tailandese, non parla. Forse muto o forse traumatizzato da un dolore lontano, Thongchai si lega profondamente al pescatore che un giorno prende il mare e non fa più ritorno. Rimasto solo, Thongchai assume progressivamente la vita del pescatore. Ma il mare restituisce sempre. Chi sono gli sconosciuti che bussano alle nostre porte? In occidente come in oriente, popolazioni senza voce abbandonano le proprie terre in cerca di lavoro, cibo, sicurezza e spesso lo fanno perché perseguitati. Milioni di esseri umani senza volto né nome cui spesso viene persino negato il diritto di parola. E se non si può raccontare la propria storia è come cancellare per sempre la memoria del proprio passaggio sulla terra. Manta Ray ha vinto la sezione Orizzonti della 75a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ed è stato selezionato al Toronto Film Festival 2018.

Film disponibile in orignale sottotitolato italiano

NANCY
di Christina Choe
Migliore Sceneggiatura Sundance Film Festival

Nancy (Andrea Riseborough), una ragazza sola e dalla vita difficile, si presenta alla porta di Leo (Steve Buscemi) ed Ellen (J. Cameron-Smith) annunciando di essere la figlia che la coppia credeva scomparsa da trent’anni. Mentre la madre sperimenta la gioia di aver ritrovato la sua bambina, il padre diffidente teme che possa trattarsi di un pericoloso raggiro. Ma qual è la verità e cosa conta davvero? Nancy è stato premiato al Sundance Film Festival e al Sitges Film Festival.

Film disponibile in italiano e in originale sottotitolato italiano

1938: DIVERSI
di Giorgio Treves
Migliore Documentario Nastri d’Argento 2019

1938 – 2018: ottant’anni dalla Promulgazione delle Leggi Razziali Fasciste. Un anniversario importante e un tema purtroppo ancora molto attuale. Ottant’anni fa il popolo italiano, che non era tradizionalmente antisemita, fu spinto dalla propaganda fascista ad accettare la persecuzione di una minoranza che viveva pacificamente in Italia da secoli. Come fu possibile tutto questo? E quanto sappiamo ancora oggi di quel momento storico? 1938: Diversi vuole raccontare cosa comportò per gli ebrei italiani l’attuazione di quelle leggi, e come la popolazione ebraica e quella non ebraica vissero il razzismo e la persecuzione. 1938: Diversi ha vinto il Nastro d’Argento per il miglior documentario.

Film disponibile in Italiano e in italiano sottotitolato Inglese

1945
di Ferenc Török

In un afoso giorno di agosto del 1945, mentre gli abitanti di un villaggio ungherese si preparano per il matrimonio del figlio del vicario, un treno lascia alla stazione due ebrei ortodossi, uno giovane e l’altro più anziano. Sotto lo sguardo vigile delle truppe occupazioniste sovietiche i due scaricano dal convoglio due casse misteriose e si avviano lentamente verso il paese. Il precario equilibrio che la guerra appena terminata ha lasciato sembra ora minacciato dall’arrivo dei due ebrei. In tutta la comunità si diffondono rapidamente la paura e il sospetto che i tradimenti, le omissioni e i furti, commessi e sepolti durante gli anni di conflitto, possano tornare a galla. 1945 è stato presentato alla 67. edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino.

Film disponibile in italiano e in originale sottotitolato italiano

ALIVE IN FRANCE
di Abel Ferrara

Il grande regista Abel Ferrara ha segnato la storia del cinema con i suoi neo-noir provocatori e controversi, ma com’è la vita lontano dal set dell’eterno ‘bad boy’ di Hollywood? Alive in France è un autoritratto inaspettato e sincero che svela i retroscena meno noti della vita personale di un maestro del cinema. Un flusso di coscienza che racconta Ferrara nell’inedita veste di cantante e musicista, in un tour in cui si mescolano insieme le colonne sonor e dei suoi film più importanti, le amicizie di vecchia data, i ricordi del passato trasgressivo e i nuovi affetti familiari.

Film disponibile in originale sottotitolato italiano

DENTRO IL VULCANO. Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura Live in Stromboli
di Roberto Minini Merot

Tutta la magia dell’Isola di Stromboli, “Iddu” che tuona, la pace di un vecchio paese eoliano. È la cornice del concerto di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, registrato nel giugno del 2014. Un dialogo in musica nel segno degli strumenti ad aria e di un lirismo dagli aromi mediterranei, la tromba e il bandoneon si ritrovano nella dimensione più intima del duo. Un film concerto di grande suggestione che gode di intimismo e di dettagli a raccontare non solo la contemporaneità della musica ma anche i colori della terra, del mare e del fuoco. Sullo sfondo, infatti, si stagliano imponenti gli artisti di strada con i loro giochi di fuoco. Un duello gentile tra il virtuosismo musicale e le acrobazie spiraleggianti, i corpi danzanti, le bolas, corde, bastoni accesi che disegnano curve ed incastri. La forza della tromba e l’elegante sensualità del bandoneon catturati dall’occhio di Roberto Minini Merot

365. Paolo Fresu. Il Tempo di un Viaggio
di Roberto Minini Merot

“365” ha l’ambizione di descrivere e raccontare, con respiro corale, la figura umana e artistica di un grande musicista, le sue esperienze, i suoi vissuti, il mondo cui appartiene. Più che una biografia o un ritratto di Paolo Fresu, il film disegna una geografia di emozioni: i ricordi, le tradizioni e gli stili musicali, gli incontri, i tanti luoghi percorsi – città e paesaggi naturali, luoghi d’arte e luoghi sacri, teatri e sale di registrazione danno vita alla ricerca di un artista che proietta la propria immagine in un altrove, dove il confronto e la condivisione con altre esperienze, le sue riflessioni, quelle degli amici o di chi lo ammira come esempio da seguire, trovano la propria ragion d’essere in quello spazio sottile in cui si esprime il suo viaggio interiore. Sempre e solo nel nome della musica.

“La musica è la tua stessa esperienza, il tuo sapere, i tuoi pensieri. Se non la vivi non ti verrà fuori dallo strumento.”
Charlie Parker

Film disponibile in italiano e in italiano sottotitolato inglese