Comunali Roma, per Europa Verde scende in campo la critica e storica dell’arte Cristina Zadro

28

ROMA – C’è anche la critica e storica dell’arte Cristina Zadro tra i candidati al consiglio comunale di Roma alle elezioni del 3 e 4 ottobre 2021. La Zadro, giornalista, vincitrice del Premio Sulmona, curatrice di mostre, autrice di articoli di arte pubblicati su quotidiani e riviste, e del libro “Gli obelischi di Roma”, sarà candidata nella lista di Europa Verde a sostegno del candidato a sindaco Roberto Gualtieri. Inoltre è candidata anche nelle liste di Europa Verde al I Municipio (a sostegno della candidata presidente Lorenza Bonaccorsi) e al XV Municipio (a sostegno del candidato presidente Daniele Torquati), i municipi in cui è cresciuta, ha studiato (ha frequentato il Liceo Mamiani) e dove vive e lavora.

Da sempre ambientalista e amante degli animali, Cristina Zadro lancia la sua proposta per una Roma più Green. “L’intero centro storico di Roma è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Un patrimonio che dovrebbe per l’appunto essere tutelato, conservato e valorizzato”, afferma Cristina Zadro, “Eppure basta fare un giro per vedere il verde incolto, i rifiuti che come in tutta Roma invadono le strade, un senso di abbandono e trascuratezza. Roma è la città con più ettari di verde in Europa. Un patrimonio purtroppo abbandonato. Il Muro Torto assomiglia a una selva, gli alberi, dai platani ai pini sparsi per la città, non sono curati. E spesso crollano a terra. Serve un censimento del verde e manutenzione. Il verde è una risorsa”.

Alle competenze Cristina Zadro unisce anche una sensibilità animalista. Ha un cane e un gatto e sostiene diverse associazioni che si occupano del benessere degli animali. E a Roma il tema caldo è quello dei cinghiali. Con le foto degli ungolati che grufolano in viale Mazzini arrivate anche sulla CNN. “Bisogna smettere di rimpallarsi le responsabilità sui cinghiali”, prosegue la Zadro, “Comune e Regione devono collaborare per risolverlo. I rifiuti non raccolti attraggono gli animali, ma allo stesso tempo gli animali della riserva devono essere gestiti con un piano di sterilizzazione e controllo della fauna”.

Tra le proposte di Cristina Zadro anche un incentivo alla mobilità alternativa che vuol dire “offrire valide soluzioni a lasciare la macchina in garage. Ovvero autobus elettrici in corsie riservate, piste ciclabili e car sharing. E nel frattempo mettere in cantiere progetti di prolungamento della metro. Ma certo non si può costruire solo un pezzo di ciclabile e pretendere che chi vive a Nord della città possa arrivare in bici a Prenestina”.

Sul turismo Cristina Zadro, che ha insegnato arte e archeologia di Roma ai corsi di preparazione per guide turistiche, sostiene un miglioramento di strutture e vivibilità per aumentare i giorni di presenza dei turisti a Roma, che oggi vive presenze “mordi e fuggi”. La Zadro è stata Assistente universitaria alla Sapienza e Cultrice della materia. Anche giornalista è stata a lungo collaboratrice del quotidiano il Tempo e dell’Indipendente, oltre ad aver curato e condotto un programma di arte su Teleambiente e su Roma Uno, ed aver collaborato con altre televisioni.