Concessioni balneari non prorogate oltre il 2023, Cottarelli: “Decisione giusta”

50

MILANO – “Il Consiglio di Stato ha deciso che le concessioni balneari non saranno prorogate oltre il 2023. È una decisione giusta che favorisce la concorrenza: è indecente che oltre la metà degli stabilimenti balneari venga affidata a un canone annuo inferiore ai 2.500 euro”.

Così sul suo account Twitter il professor Carlo Cottarelli (foto), direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica ed ex commissario per la revisione della spesa.