Conte rassicura il M5S: non accetterà alcun ministero nel governo Draghi

66

ROMA – In base a quanto apprende l’Adnkronos da autorevoli fonti del Movimento 5 Stelle, il premier Giuseppe Conte ha rassicurato diversi esponenti grillini, nei colloqui intercorsi in queste ore, circa la sua intenzione di non accettare alcun ministero, ove mai gliene fosse offerto uno, dal presidente del consiglio incaricato Mario Draghi. Secondo l’agenzia Dire, Conte avrebbe avuto la possibilità di diventare vice presidente del consiglio o ministro degli esteri nell’esecutivo nascente. In questo modo il M5S sarebbe stato maggiormente invogliato a dare l’appoggio al governo Draghi.

Tuttavia da Palazzo Chigi è stata emessa poco fa una nota ufficiale in cui si precisa che il premier dimissionario non ha mai parlato con Mario Draghi di suoi eventuali incarichi di governo: “Le notizie che stanno trapelando in queste ore sul colloquio tra Giuseppe Conte e Mario Draghi sono totalmente inventate. In particolare, è destituita di fondamento l’indiscrezione secondo cui nel corso dell’incontro si sarebbe parlato di incarichi di governo per il Presidente Conte. Ancora una volta si torna a ribadire che in questa fase tutti i virgolettati e retroscena attribuiti a Giuseppe Conte sono destituiti di fondamento”.