Coronavirus, i dati comunicati dalla Protezione Civile il 7 marzo [VIDEO]

Coronavirus, i dati comunicati dalla Protezione Civile il 7 marzo [VIDEO]

Ad ufficializzarli è stato il Capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli nella conferenza stampa del 7 marzo 2020

ROMA – Si è da poco svolta la Conferenza stampa del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli e del Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro sull’emergenza coronavirus. In tale sede é stata data lettura del bollettino di oggi. Aumenta il numero dei guariti che da 523 passano a 589; 66 in più rispetto a ieri.

I deceduti sono 36 contro i 49 di ieri (19 in Lombardia, 11 in Emilia Romagna, 2 nelle Marche, 1 nel Veneto, in Liguria e 1 in Veneto). Suddividendoli per fasce di età: 60-69 16%, 70-79 anni il 36%, 80-89 anni il 42%; ultranovantenni il 6% del totale.

I positivi sono 5061, 1145 in più di ieri ma in Lombardia si sono aggiunti più di 300 casi positivi che nei giorni scorsi non erano stati conteggiati sul Laboratorio di Brescia: 1843 in isolamento domiciliare, 2651 ricoverati  con sintomi e 567 in terapia intensiva. In termini percentuali i numeri delle persone ricoverati in rianimazione non cambia.

La giornata é passata a prestare assitenza alle Regioni – ha detto Borrelli – in particolare alla Lombardia; potrebbe esere il richiesto il trasferimento di pazienti in terapie intensiva verso altre Regioni con disponibilità di posti.

Il Professore Brusaferro ha aggiunto che le analisi sulla mortalità ci dimostrano che le persone sono prevalentemente anziane, portatrici di patologie (almeno due) e prevaletemente maschi. Soprattutto ottantenni e novantenni. La sintomatologia é l’associazione di febbre e dispnea, difficoltà a respirare. Chi avverte questi sintomi deve contattare il 112 e restare a casa. É necessario che le persone anziane si muovano il meno possibile e soprattutto che non affollino Pronto Soccorso e sale di attese dei medici. Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità ha precisato che questa infezione può essere superata soltanto attraverso misure, che tutti devono adottare.