Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 15 ottobre 2020:+ 8.804 nuovi casi

coronavirus covid-19 giovedì

Il bollettino del 15 ottobre 2020 parlava di 8.804 nuovi casi 5.796 ricoverati, 586 quelli in terapia intensiva; 83 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, mercoledì 14 ottobre andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 14 OTTOBRE

Il bollettino del 14 ottobre 2020 parlava di 7.332 nuovi casi 5.470 ricoverati, 539 quelli in terapia intensiva; 43 decessi.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano: 15.218 in Lombardia, 12.443 in Campania, 11.063 nel Lazio, 7.427 in Toscana, 7.182 in Veneto, 7.148 in Emilia Romagna, 6.387 in Piemonte, 5.187 in Sicilia, 4.229 in Puglia, 3.075 in Liguria, 2.926 in Sardegna, 1.801 in Abruzzo, 1.623 in Umbria, 1.554 in Friuli Venezia Giulia, 1.537 nelle Marche, 1.118 a Bolzano, 846 in Calabria, 658 a Trento, 504 in Basilicata, 295 in Valle d’Aosta, 224 in Molise.

CONTE: “ALLE REGIONI IL POTERE DI INTRODURRE MISURE PIU’ RESTRITTIVE”

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha ricordato che alle Regioni é stata data possibilità di introdurre misure restrittive non appena se ne presentasse la necessità. L’obiettivo resta quello di evitare che il numero delle persone ricoverate negli ospedali e in particolare in terapia intensiva aumenti.

A GENOVA MISURE RESTRITTIVE IN CINQUE QUARTIERI

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha annunciato che in cinque zone di Genova, dove l’incidenza del contagio è più alta, sono stati vietatigli assembramenti ventiquatt’ore su ventiquattro. Questo significa che non si può sostare con altre persone in un posto. In questi stessi quartieri è stata disposta la chiusura dei circoli pubblici e privati. L’ordinanza entrerà in vigore oggi alle 12 e durerà 29 giorni.

LA SITUAZIONE IN EUROPA

Il Presidente della Francia Macron ha annunciato il corifuoco alle ore 21 per le zone iù colpite dai contagi: Parigi,  Grenoble, Lille, Lione, Montpellier, Saint-Etienne, Aix-en-Provence, Marsiglia, Rouen e Tolosa. Per tutti coloro che rientrano dal lavoro alle ore 21 o che lavorano di notte, ci sarà ovviamente un’autorizzazione. Per chi viola il coprifuoco “ci saranno multe di 135 euro. La Cancelliera Angela Merkel ha comunicato che in Germania sarà introdotto l’obbligo di mascherina dove non è possibile rispettare le distanze di sicurezza o dove si passa molto tempo insieme nei Land e nelle città tedesche dove viene superata la soglia dei 35 nuovi contagi per 100.000 abitanti in una settimana.Nelle regioni e nelle città tedesche considerate focolai di Covid-19 i ristoranti dovranno chiudere alle 23. Boom di contagi in Gran Bretagna: quasi 20mila nel giro di ventiquattro ore.

I DATI COVID DEL 15 OTTOBRE

Alle 17 il Ministero della Salute ci ha aggiornato nuovamente su quelli che sono stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Il bollettino del 15 ottobre 2020 parlava di 8.804 nuovi casi 5.796 ricoverati, 586 quelli in terapia intensiva; 83 decessi.