Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 17 luglio: +233 nuovi casi

coronavirus venerdì

Il bollettino del 17 luglio 2020 ci parla di 233 nuovi casi; 771 pazienti ricoverati, 50 in terapia intensiva, 11 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, venerdì 17 luglio 2020, andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 16 LUGLIO

Secondo il Ministero della Salute  i nuovi casi erano 230, i decessi 20. I ricoverati con sintomi erano 164, 23 quelli in terapia intensiva.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni italiane sono state finora: 7.509 in Lombardia, 1.198 in Emilia Romagna, 868 in Piemonte, 850 nel Lazio, 455 in Veneto, 315 in Toscana, 262 in Campania, 201 in Liguria, 156 nelle Marche, 154 in Sicilia, 120 in Abruzzo, 100 a Bolzano, 97 in Friuli Venezia Giulia, 68 in Puglia, 65 in Calabria, 18 a Trento, 11 in Sardegna, 9 in Molise, 10 in Umbria, 5 in Basilicata, 2 in Valle d’Aosta.

ISS: “IMPOSSIBILE VALUTARE IMPATTO SUI BAMBINI”

Per quanto la pandemia abbia colpito limitatamente i neonati, i bimbi e gli adolescenti, l’ultimo studio curato dagli esperti dell’Iss indica che finora non è stato possibile valutare l’effettivo impatto del virus su di loro.

TAMPONE RAPIDO PER RILEVARE VIRUS

 L’azienda campana, Cosvitec, che in collaborazione con il Dipartimento di Fisica “Ettore Pancini” dell’Università di Napoli Federico II, ha messo a punto un kit per il rilevamento rapido del virus: un tampone che “in soli tre minuti è in grado di rivelare se si è positivi o no al virus SARS-Cov-2. Il tampone viene eseguito sul soggetto esattamente come il tampone classico, poi viene immerso in una soluzione colloidale che cambia colore solo in caso di positività al virus, entro tre minuti. Se la carica infettante è molto alta, il test darà un risultato positivo anche in un solo minuto.

CONTE: “L’ITALIA DEVE CORRERE”

Scrive su Facebook il Premier Giuseppe Conte: “Non è questo il tempo dei rinvii, ma delle decisioni. L’Italia deve correre. Il “decreto rilancio” è stato definitivamente convertito dal Parlamento ed è legge dello Stato. Questa sera il “decreto semplificazioni” sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale. In queste settimane abbiamo definito i dossier su Banca popolare di Bari, Alitalia, Autostrade e stiamo per chiudere quello sull’Ilva di Taranto. Adesso è la volta di Bruxelles: sono in partenza e tra qualche ora incontrerò il Presidente Macron per preparare il Consiglio europeo di domattina. È una partita fondamentale per il futuro dell’Europa e dei nostri cittadini. Dobbiamo approvare al più presto il Recovery Fund e il Quadro Finanziario Pluriennale. Le nuove risorse ci consentiranno di investire nelle infrastrutture, nella digitalizzazione e di perseguire il rilancio economico e sociale di cui il nostro Paese ha bisogno. Confrontiamoci duramente, lavoriamo meticolosamente sui dettagli, ma non perdiamo di vista la prospettiva e la visione “politica” che guida la nostra azione. È il tempo della responsabilità”.

A FIRENZE VIETATA VENDITA DI ALCOLICI

Nel centro storico di Firenze da domani fino al 31 agosto vietata la vendita di bevande alcoliche in qualunque contenitore dalle 20 alle 6, tutti i giorni. Per i trasgressori sono previste multe da 25 a 500 euro.”

I DATI COVID DEL 17 LUGLIO

Alle 18 il Ministero della Salute ci ha  nuovamente su quelli che saranno stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo il Ministero della Salute  i nuovi casi erano 233, i decessi 11. I positivi erano 11.635. I ricoverati con sintomi erano 771, 50 quelli in terapia intensiva.