Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 3 luglio 2020: +223 nuovi casi

coronavirus venerdì

Il 3 luglio 2020 ci parla di 201 nuovi casi, 956 persone ricoverate con sintomi, 79 in terapia intensiva; 15 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, venerdì 3 luglio 2020, andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 3 LUGLIO

Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, nelle ventiquattr’ore precedenti si erano registrati 201 casi e 30 morti. Il totale dei positivi era di 15.060: di questi 14.015 si trovavano in isolamento domiciliare asintomatici o con pochi sintomi, 963 persone erano ricoverate con sintomi. I pazienti in terapia intensiva erano 82

I 30 decessi si erano verificati isolo quattro 4 regioni: Lombardia (21), Piemonte (5), Toscana (3) ed Emilia-Romagna (1). Le altre Regioni non avevano registrato nuovi decessi.

SPERANZA SU NUOVA ONDATA

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ospite su Rai 3, ha dichiarato che una nuova ondata é possibile; la comunità scientifica non la esclude. Ci si augura che non ci sia, ma di fronte al potenziale rischio si devono conservare le regole di cautela, utilizzare le mascherine, evitare assembramenti e lavare le mani. E rafforzare il Servizio sanitario nazionale.

CONTE SU SECONDA ONDATA

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha dichiarato che siamo pronti ad affrontare la socialità tenendo le distanze, lavandoci le mani, usando la mascherina quando a contatto. Ha detto che una seconda ondata non é da escludersi ma con il piano di controllo siamo in condizione di affrontare con relativa tranquillità anche i prossimi mesi.

MALAGO’ SU SPORT DI CONTATTO

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, intervenuto sulla questione della ripresa degli sport di contatto, ha detto che “stiamo tutti dalla parte del ministro Spadafora. Mi sembra che ci sia uno scontro tra le istituzioni, ma ci hanno educato a dover essere assoggettati al parere del Comitato Tecnico Scientifico”. Malago ha aggiunto che l’augurio é che si possa uscire al più presto dalla situazione di confusione che si è creata anche con le Regioni e che crede che il pressing che sta facendo Spadafora sia in linea con le esigenze del mondo sportivo.

I DATI COVID DEL 3 LUGLIO

Alle 18 il Ministero della Salute ci ha aggiornato nuovamente su quelli che sono stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, nelle ventiquattr’ore precedenti si sono registrati 223 casi e 15 morti. Il totale dei positivi era di 14.0844: di questi 13.849 (-166) si trovano in isolamento domiciliare asintomatici o con pochi sintomi, 956 (-7) persone sono ricoverate con sintomi. I pazienti in terapia intensiva sono 79 (-3)