Coronavirus in Italia, bollettino del giorno 8 ottobre 2020: +4.458 nuovi casi

coronavirus covid-19 giovedì

Il bollettino dell’8 ottobre 2020 parlava di 4.458 nuovi casi 3.925 ricoverati, 358 quelli in terapia intensiva; 22 decessi

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, giovedì 8 ottobre andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile, che saranno preceduti a tutti gli aggiornamenti della giornata.

DATI COVID-19 IN ITALIA IL 7 OTTOBRE

Il bollettino del 7 ottobre 2020 parlava di 3.678 nuovi casi 3.782 ricoverati, 337 quelli in terapia intensiva; 31 decessi.

I NUMERI REGIONE PER REGIONE

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, le persone positive nelle Regioni erano: 9.877 in Lombardia, 8.580 nel Lazio, 8.343 in Campania, 5.295 in Emilia Romagna, 4.754 in Veneto, 4.430 in Toscana, 3.724 in Piemonte, 3.549 in Sicilia, 3.133 in Puglia, 2.390 in Sardegna, 2.032 in Liguria, 1.098 in Abruzzo, 1.052 nelle Marche, 945 in Friuli Venezia Giulia, 808 in Umbria, 649 a Trento, 667 a Bolzano, 591 in Calabria, 414 in Basilicata, 138 in Molise, 107 in Valle d’Aosta.

NUOVI PROVVEDIMENTI DEL GOVERNO

Il Consiglio dei ministri ha prorogato al 31 gennaio 2021 lo stato d’emergenza per Coronavirus. É stata inoltre approvata una norma che proroga il DPCM attualmente in vigore, con tutte le misure per arginare la diffusione del contagio, fino al prossimo 15 ottobre. É stato introdotto l’obbligo a partire da oggi di indossare le mascherine anche all’aperto, nel caso in cui si fosse in prossimità di persone con le quali non si convive. Non sono tenuti a rispetto di questa regola coloro che praticano attività sportiva. Le Regioni avranno avere l’autonomia solo di adottare misure più restrittive. Per allentare le regole invece dovranno avere il parere favorevole del comitato tecnico scientifico.

BASSETTI: “HA PREVALSO IL BUON SENSO”

Scrive su Facebook il Professor Matteo Bassetti, Direttore del Reparto Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova: “Sono molto contento che abbia prevalso il buon senso e che la mascherina sarà obbligatoria anche all’aperto, solo se si è vicini a persone non conviventi. Potremo quindi liberamente passeggiare in un bosco da soli e su un lungomare sempre se non c’è nessuno vicino a noi senza indossarla. Facciamo tutti questo sacrificio per il bene comune”.

DI MAIO: “LE MASCHERINE HANNO SALVATO LA VITA DELLE PERSONE”

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha commentato così sui social i nuovi provvedimenti: “La mascherina ha salvato tantissime vite umane. Chiedetelo ai medici o agli infermieri che l’hanno indossata, e continuano a farlo, anche per 14-16 ore consecutive. Quante foto di visi segnati dalle mascherine abbiamo visto? Ma quelle mascherine hanno salvato la vita di quelle persone e di chi gli stava attorno. Oggi il Consiglio dei ministri ha esteso lo stato di emergenza. Ci sarà da domani anche l’obbligo di mascherina all’aperto tranne che in alcuni casi specifici. Vi chiedo di usarla. Non è un gioco.Se siamo usciti dal lockdown, se abbiamo superato settimane dure, è stato grazie all’impegno dei cittadini. Alla vostra serietà, alla vostra responsabilità.Ripeto: non dimentichiamo quanto abbiamo sofferto. Non vanifichiamo gli sforzi fatti. In tanti Paesi esteri i contagi e le vittime continuano ad aumentare in maniera drastica. In Italia il virus è presente, i numeri stanno aumentando, ma stiamo riuscendo a contenerlo. Non possiamo e non dobbiamo abbassare la guardia proprio ora. Rimaniamo uniti”.

I DATI COVID DELL’8 OTTOBRE

Alle 18 il Ministero della Salute ci aggiornerà nuovamente su quelli che saranno stati i dati giornalieri in Italia, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva).

Il bollettino dell’8 ottobre 2020 parlava di 4.458 nuovi casi 3.925 ricoverati, 358 quelli in terapia intensiva; 22 decessi.