Coronavirus oggi in Italia, bollettino del giorno 12 aprile 2021

91

coronavirus lunedì

Da oggi Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana arancioni; Sardegna in zona rossa

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, lunedì 12 aprile 2021 andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile.

I DATI DEL BOLLETTINO

Nelle ultime ventiquattro ore si sono registrati 9.789 nuovi positivi e 358 morti. Il tasso di positività è del 5,1%. Sono 3.593 (+8) i pazienti ricoverati nelle terapie intensive; nei reparti ordinari sono invece ricoverate 27.329 persone (+78).

AGGIORNAMENTO NEWS

Da oggi sono in  zona arancione Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana mentre la Sardegna, dopo essere stata l’unica Regione in fascia bianca qualche settimana fa, é in zona rossa.

Per quanto riguarda le riaperture il Ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto a Che tempo fa su Rai Tre ha detto che si può cominciare a pensare come programmare le riaperture ma occorrerà farlo con grande cautela perché bruciare le tappe potrebbe produrre degli effetti dannosi e la vicenda della Sardegna dimostra esattamente questo. Occorrerà soprattutto tener presente che la variante inglese è molto veloce. Dello stesso parere é il Prof. Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità e del Comitato Tecnico Scientifico, che ha sottolineato come la diminuzione dell’indice RT sia dipesa dall’efficacia delle misure restrittive adottate. Ciò significa che per evitare di tornare alla situazione di metà marzo le aperture dovranno esserci per rispondere alla crisi economica e sociale, ma dovranno essere ben ponderate in funzione dei numeri. Per il  Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, é necessario indicare una data di ripartenza settore per settore perché ci sono attività che potrebbero ripartire subito ma altre come  le fiere, i congressi, le strutture alberghiere che richiedono più tempo

VACCINI

Questa settimana dovrebbero arrivare in Italia le prime 184mila dosi circa delle 400-500mila di vaccino Johnson & Johnson attese entro la fine di aprile. Le fiale del vaccino monodose dovrebbero arrivare all’hub della Difesa all’aeroporto di Pratica di Mare, assieme a 175mila dosi di Astrazeneca. Entro mercoledì inoltre, Pfizer dovrebbe consegnare in tutta Italia oltre un milione di dosi mentre è prevista sempre per l’inizio della settimana la consegna da parte di Moderna.

Intanto, stando al report del Commissario straordinario per l’emergenza, generale Francesco Paolo Figliuolo, sono 12.820.510 le dosi finora somministrate e  3.882.469 le persone che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose.  Il vaccino di gran lunga più impiegato è stato Pfizer con circa 10 milioni di dosi.

IL BOLLETTINO DELL’11 APRILE

Nelle ultime ventiquattro ore in Italia si sono registrati 15.746 nuovi casi a fronte di 253.100 tamponi e 331 decessi. Ieri erano stati registrati 17.567 nuovi casi e 344 morti. Sono 3.585 (-3) i pazienti ricoverati nelle terapie intensive mentre nei reparti ordinari sono ricoverate 27.251 persone (-316).

Nel dettaglio, gli attualmente positivi sono:91.651 in Campania, 79.480 in Lombardia, 66.625 in Emilia Romagna, 52.060 nel Lazio, 52.047 in Puglia, 31.807 in Veneto, 28.372 in Piemonte, 27.785 in Toscana, 22.971 in Sicilia, 17.081 in Sardegna, 12.556 in Calabria, 11.111 in Friuli Venezia Giulia, 10.460 in Abruzzo, 8.205 nelle Marche, 7.776 in Liguria, 5.143 in Basilicata, 4.030 in Umbria, 1.653 a Trento, 1.110 in Valle d’Aosta, 651 in Molise. 458 a Bolzano.