Coronavirus oggi in Italia, bollettino del giorno 14 aprile 2021

80

coronavirus covid-19 mercoledì

Arrivata dagli USA la notizia possibile della somministrazione del vaccino Johnson&Johnson per motivi precauzionali

Nuova giornata con l’informazione de L’Opinionista sull’emergenza Coronavirus in Italia. Oggi, mercoledì 14 aprile 2021 andiamo a seguire le principali notizie e gli aggiornamenti sui dati forniti dal Dipartimento di Protezione Civile.

I DATI DEL BOLLETTINO

Nelle ultime ventiquattro ore si sono registrati  16.168 nuovi casi con 469 vittime. Ieri erano stati 13.447 e i decessi erano stati 476. Sono 3.490 (-36) i pazienti ricoverati nelle terapie intensive;  nei reparti ordinari sono invece ricoverate 26.369 persone (-583).

AGGIORNAMENTO NEWS

Continua a tener banco la questione delle riaperture le riaperture, che, come dichiarato dal Professor Franco Locatelli, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico “dovranno essere ben ponderate in funzione dei numeri”. Del resto, fa testo il caso della Sardegna, passata nel giro di poche settimane da zona bianca a fascia rossa, con le massime restrizioni applicabili, per l’alto numero di contagi. Cinema, teatri, musei e spettacoli all’aperto potrebbero essere i primi a ripartire, insieme ai ristoranti. Le Regioni non riapriranno prima di maggio come già anticipato dal Ministro della Salute, Roberto Speranza. Il Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, auspica che entro il 2 giugno sarà tutto riaperto e promuove l’idea delle isole Covid-free (accessibili solo a vaccinati o tamponati), bocciata da molt perché ci sarebbe una discriminazione tra località turistiche.

SITUAZIONE VACCINI

Ieri era atteso l’arrivo delle prime 184mila dosi di vaccino Covid Johnson&Johnson. Dagli Usa però é arrivata la notizia a sorpresa che la somministrazione sarà sospesa per motivi  precauzionali per rari casi di trombosi verificatisi che richiedono chiarimenti. Il Direttore generale dell’Aifa, Nicola Magrini, ha dichiarati che ilvaccino Johnson&Johnson è altamente sicuro con rapporto rischio beneficio chiaramente favorevole; ci sono però similitudini con AstraZeneca e quindi é probabile che verrà momentaneamente sospeso per gli accertamenti del caso. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha comunictao che é stata fatta una riunione con Aifa e che si é in collegamento con l’Ema: non appena Ema e gli Usa forniranno notizie più definitive, si valuterà la migliore strada da percorrere. Anche se pensa che Johnson&Johnson dovrà essere utilizzato perché è un vaccino importante.

Il Commissario straordinario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, ha dichiarato che la campagna di vaccinazione anti covid “deve proseguire in modo uniforme a livello nazionale, con l’obiettivo di mettere al sicuro le persone fragili e le classi di età più anziane, che sono le più vulnerabili all’infezione. Più celermente si concluderà questa fase, prima si potrà procedere a vaccinare le categorie produttive. Intanto, al fine di ampliare la platea dei vaccinatori e aumentare le capacità di somministrazione di vaccini sul territorio nazionale é stato pubblicato il bando per medici specializzandi che vogliono effettuare le vaccinazioni”.

IL BOLLETTINO DEL 13 APRILE

Nelle ultime ventiquattro ore si sono registrati 13.447 nuovi positivi (lunedì erano stati 9.789). I decessi sono stati 476, contro i 358 del giorno precedente. Il tasso di positività é del 4,4%. Sono 3.526 (.67) i pazienti ricoverati nelle terapie intensive; nei reparti ordinari sono invece ricoverate 26.952 persone (-377).

Nel dettaglio, gli attualmente positivi sono: 90.938 in Campania, 71.34 in Lombardia, 64.953 in Emilia Romagna, 52.172 nel Lazio, 51.634 in Puglia, 30.559 in Veneto, 26.389 in Piemonte, 27.414 in Toscana, 24.671 in Sicilia, 17.366 in Sardegna, 12.907 in Calabria, 10.261 in Abruzzo, 10.529 in Friuli Venezia Giulia. 7.950 nelle Marche, 7.465 in Liguria, 5.257 in Basilicata, 3.856 in Umbria, 1.513 a Trento, 1.120 in Valle d’Aosta, 612 in Molise, 313 a Bolzano.