Coronavirus, Toti annuncia riaperture dal 18 maggio

giovanni toti

Dal 18 maggio in Liguria saranno riaperti parrucchieri, estetisti, negozi, bar, ristoranti, spiagge libere. “Bisogna riaprire al più presto”

GENOVA – Il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha annunciato, in una sua diretta Facebook,  che il 18 maggio riapriranno parrucchieri, estetisti, negozianti, bar e ristoranti. Già dall’11 maggio i proprietari dei locali potranno andare nelle loro attività a sistemare le cose per preparare la riapertura.

Saranno riaperte anche le spiagge libere, soggette a costante monitoraggio per evitare che non siano mai troppo affollate e sarà possibile spostarsi con tutto il nucleo familiare, non più esclusivamente da soli, nelle seconde case. Gli spostamenti restano limitati nell’ambito dei confini regionali. Toti ha detto che si augura che lo Stato possa riaprire anche le Regioni e si possa viaggiare liberamente. In Liguria già arrivano tutti i giorni camion da tutte le parti del mondo e quindi si é gia abituati a gestire il traffico.

Il Governatore ha dichiarato che si deve ripartire al più presto. La gente deve tornare a lavorare altrimenti non ci saranno nemmeno i soldi per mangiare e pagare la sanità che ci ha tanto protetto in questi mesi.

La decisione, come ha spiegato il Governatore, é stata presa perché tutti i parametri stanno andando sostanzialmente bene e lo portano ad essere  ottimista; sarà ufficializzata con una ordinanza emanata nel corso della giornata di domenica.

Toti si é sempre detto convinto che il 18 maggio, quando scade l’ultimo decreto del governo Conte, le Regioni debbano tornare a esercitare le loro prerogative e a decidere in autonomia sulle riaperture. Ovviamente, sempre, sulla base dei dati  e anche dai comportamenti dei cittadini. Non ha mancato di ricordare di osservare sempre il distanziamento.