Covid, Centinaio: “No opposizione ma liberi di dire la nostra, siamo in democrazia”

44

ROMA – “Non stiamo facendo opposizione, certo che i politici stanno parlando meno ma certamente i leader politici devono dare indicazioni, non possiamo pensare che la politica sia tutta appaltata alla presidenza del Consiglio. Abbiamo chiuso le scuole perché dicevamo che aumentavano i contagi e abbiamo visto che non sono diminuiti, siamo proprio sicuri che non possiamo iniziare a riaprire un pochettino con tutte le attenzioni? Siamo ancora in democrazia non è che se Mario Draghi dice chiudiamo noi dobbiamo dire lo stesso, altrimenti torniamo al Conte pensiero che Conte parlava a tutti zitti”.

Così Gian Marco Centinaio (foto), sottosegretario alle Politiche Agricole, a Rainews24.