Crollo ponte Genova, Toninelli: “I vertici di Autostrade per l’Italia devono dimettersi”

GENOVA – Bufera su Autostrade dopo il crollo del ponte a Genova, con il governo che annuncia la revoca della concessione. “I vertici di Autostrade per l’Italia devono dimettersi prima di tutto. E visto che ci sono state gravi inadempienze, annuncio fin da ora che abbiamo attivato tutte le procedure per l’eventuale revoca delle concessioni, e per comminare multe fino a 150 milioni di euro”, ha annunciato il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli (foto).

Una posizione espressa anche dal vice premier Luigi Di Maio: “I responsabili hanno un nome e un cognome e sono Autostrade per l’Italia”. Si fa strada anche un’ipotesi di privatizzazione: se i privati “non sono capaci di gestire le nostre Autostrade, lo farà lo Stato”, afferma Toninelli. E il sottosegretario alle infrastrutture Edoardo Rixi annuncia che al ministero verrà istituita una commissione d’inchiesta.