Crostata di lenticchie, verza e speck: la ricetta

Crostata di lenticchie, verza e speck: la ricetta

Come preparare un piatto che abbina le proteine, animali e vegetali, alle verdure: la torta salata di lenticchie, verza e speck

Siete in casa in osservanza delle nuove direttive emanate dal Governo recanti disposizioni per contenere e contrastare la diffusione del Coronavirus e non sapete cosa fare? Volete cucinare ma vi mancano idee e ispirazione?  Ecco per voi una ricetta, gentilmente fornita dalla Locanda dei Giorgi di Rovegno (GE): crostata di lenticchie, verza e speck. Se vi mancano gli ingredienti, potete sempre annotarla tra le cose da fare quando l’emergenza in corso sarà, finalmente, terminata.

Le torte salate sono un piatto tipico della tradizione italiana: mettono d’accordo tutta la famiglia e consentono di organizzarne la preparazione in una società in cui ritmi sono sempre veloci. Possono essere di vario tipo: con pasta sfoglia, con pasta brisè, vegetariane, con affettati. Per tutti i gusti. Possono costitutire un piatto unico ma anche essere tagliate e pezzi e proposte come aperitivo.

La torta che andiamo a proporre combina le virtù delle verdure alle proteine vegetali delle lenticchie e a quelle animali dello speck.

Ingredienti

  • 250 gr pasta brise
  • 2 uova
  • 200 ml panna fresca o a lunga
  • 200 gr lenticchie lessate
  • 300 gr cavolo verza
  • 200 gr speck a fettine
  • olio
  • sale
  • pepe

Preparazione

  • Tagliate la verza a striscioline
  • Tagliate lo speck a striscioline
  • Fate saltare in una padella condue cucchiai di olio lo speck con la verza sino a cuocerla ma ancora al dente
  • Aggiungete le lenticchie e fate saltare per 2/3 minuti
  • Stendete la brise su un foglio di carta forno e quindi su una teglia di 22/24 cm di diametro
  • Bucherellate con una forchetta la brise
  • Sbattete le uova con la panna, il salee un pizzico di pepe
  • Versate il composto di verza speck e lenticchie sulla brise distribuendo il composto in modo uniforme
  • Versate uova e panna sul composto
  • Infornate a 170/180 gradi per 45 minuti circa

Foto di Luca Arrigo