“Da Vivaldi a Piazzolla”, Gianluca Campi in concerto a Valpelline

42

Il 27 Luglio alle ore 21 nel centro storico saranno eseguite con la fisarmonica musiche di Vivaldi, J. Strauss, Paganini, Rossini, Larionov, Monti, Bacalov, Rota, Piazzolla

gianluca campiAOSTA – Con il concerto del fisarmonicista Gianluca Campi intitolato “Da Vivaldi a Piazzolla” di martedì 27 luglio alle ore 21 presso il Centro storico di Valpelline il Combin en Musique entra nel vivo. Il Festival Combin en Musique sta registrando un’ottima partecipazione, dimostrando che coniugare l’arte al territorio è premiante. La kermesse Combin en Musique è ideata e curata dall’associazione culturale Combin en Arts, realizzata col sostegno del Consiglio Valle, dell’Assessorato regionale dei Beni Culturali, Turismo, Sport e Commercio e dei Comuni di Doues, Ollomont e Valpelline.

«La fisarmonica è uno strumento sconfinato – spiega Gianluca Campi- non si può limitare al repertorio popolare, seppur ricchissimo e importante. Infatti con le trascrizioni la fisarmonica è riuscita a decollare, dimostrando tutta la sua versatilità, la capacità espressiva. E’ uno strumento nato nella metà dell’Ottocento, dalla subitanea fortuna grazie alla trasportabilità e al rapido sviluppo, che grazie a nuovi repertori, appositamente modulati, dà il massimo quale strumento polifonico ed orchestrale. Nel concerto del festival per l’estate valdostana Combin en Musique ci saranno trascrizioni di Vivaldi, di Paganini, di Rota in un racconto sonoro che passa dai virtuosismi dei Capricci o della Campanella paganiniana sino alle pagine struggenti de Il Postino e all’energia del Tango argentino di Piazzolla». Campi, detto anche dalla critica il “Paganini della fisarmonica”, riesce a coniugare la capacità interpretativa con funamboliche performance capaci di enfatizzare anche i salti caratteristici e le distanze enormi delle partiture del genio genovese del violino.

Si riscopre così, in un excursus cronologico, la fisarmonica, che nasce legata a un contesto “popolare”, ma le cui caratteristiche strutturali e l’evoluzione portano su una molteplicità di strade sonore. Ha quindi attinto a piene mani a una grande varietà di repertori, anche “colti”, come pochi altri strumenti musicali di origine popolari hanno fatto. Numerosissime sono le trascrizioni dal repertorio barocco, classico, romantico. Questo concerto sarà l’occasione per essere accompagnati attraverso le acrobazie sulla tastiera di una grande virtuoso di questo strumento, in una sorta di storia dal barocco al romanticismo, alle danze popolari dell’est, dalle colonne sonore al tango nuevo. In particolare sarà l’occasione anche per celebrare i 100 anni dalla nascita di Astor Piazzolla, la cui musica è stata una pietra miliare anche del repertorio fisarmonicistico.

IL LUOGO

Il concerto si svolgerà nel centro storico di Valpelline, nei pressi della casaforte La Tour de Valpelline, di origine medievale ma oggi di aspetto settecentesco, e della Tornalla, un edificio caratterizzato da una torre circolare contenente una scala a chiocciola. Proprio in questi giorni si svolgerà la festa del patrono e la festa della seupa à la Vapelenentse.

Il Centro Storico di Valpelline è caratterizzato da antiche e importanti case che conservano le caratteristiche dell’architettura valdostana. Piccole vie e piazzette rendono il borgo un luogo estremamente suggestivo e ricco di atmosfere che ricordano la ricca storia del paese legata a agricoltura e artigianato, attività collegate all’industria mineraria dell’antica Fonderia di rame. La storia dell’alpinismo e della nascita del turismo di nicchia della zona sono raccolte nel piccolo Museo dell’Alpinismo, una statua nei pressi della chiesa ricorda l’Abbé Henry, parroco alpinista che per oltre quarant’anni è stato riferimento di viaggiatori e alpinisti.

TUTTI I CONCERTI DEL COMBIN EN MUSIQUE SONO GRATUITI

BIO GIANLUCA CAMPI

Nato a Genova nel 1976, Gianluca Campi a 11 anni ha iniziato a studiare fisarmonica sotto la direzione di Giorgio Bicchieri, e armonia con Paolo Conti. A 12 anni ha partecipato e ha vinto il concorso internazionale di Vercelli per fisarmonica ed in seguito ha partecipato al campionato italiano, tenutosi a Genova, dove si è classificato nuovamente al 1° posto, riscuotendo enorme successo. A 13 anni ha preso parte ancora al concorso internazionale di Vercelli, classificandosi al 1° posto e ricevendo i complimenti di Wolmer Beltrami, che lo definì un “enfant prodige” e il “Paganini della fisarmonica”. successivamente ha studiato con importanti maestri quali Gianluca Pica e Jacques Mornet. Nel 2000 ha vinto il trofeo mondiale di fisarmonica, svoltosi ad Alcobaça in Portogallo. Si è esibito in numerose sedi concertistiche (Sala Grande del Conservatorio G.Verdi e Sala Puccini per la società dei Concerti di Milano, Teatro Carlo Felice e Palazzo Ducale di Genova, Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Teatro Modena di Genova, Teatro Casa Paganini di Genova, Teatro Verdi di Sestri Ponente, Teatro Sociale di Stradella, Auditorium Montecchio di Alzano Lombardo, Teatro Verdi di San Severo,etc..) e in vari Festival Internazionali (Aosta, Milano, Freiburg, Cogne, Festival Paganiniano di Carro, Neckar-Musik Festival,etc..) Nel 1998 ha collaborato con l’orchestra del Conservatorio N. Paganini di Genova eseguendo in vari Teatri d’Italia e all’estero la Kammermusik 1 di Paul Hindemith sotto la guida del direttore Gianmarco Bosio. Ha suonato come fisarmonica solista in molte prestigiose orchestre, come quella del Teatro Carlo Felice di Genova, diretta dal Maestro e Compositore Nicola Piovani. Attualmente collabora con la Poseidon Orchestra diretta dal Maestro Roberto Bacchini. Dal 2002 collabora con il Magnasco Quintet eseguendo musiche originali o trascritte, composte dal settecento ad oggi sempre con grande attenzione filologica e conseguente riscontro di critica e pubblico. Dal 2005 insieme al pianista Claudio Cozzani ha formato il Duo Gardel, duo che svolge intensa attività concertistica. Varie collaborazioni si riscontrano anche con il grande cantautore di fama internazionale Bruno Lauzi. Attualmente è l’unico esecutore al mondo della fisarmonica Liturgica “M.Dallapè”, la rarità dell’evento nonchè dello strumento stesso è il fatto che per la prima volta nessuno al di fuori delle mura vaticane aveva avuto il privilegio di fare un concerto. Ha inciso vari CD: per le seguenti case discografiche: Dryno Records, Il Melograno, Philarmonia, ed in particolare nel 2006 ha pubblicato per Phoenix Classics un CD interamente dedicato a Niccolò Paganini elaborando per fisarmonica i Capricci e i Concerti del grande compositore genovese. Quest’incisione ha ricevuto varie segnalazioni da riviste specializzate ed in particolare dalla celebre rivista “Musica” è stata definita “eccezionale”. All’intensa attività concertistica affianca quella didattica: è docente attualmente presso il Centro Musicale Genovese E. Mancini e tiene master Class in varie città Italiane e Tedesche. è spesso membro di giuria per i più importanti concorsi nazionali e internazionali per fisarmonica. Inoltre è autore di varie composizioni per fisarmonica pubblicate anche dalle Edizioni Berben e Sonytus.