Decreto rave, Salvini: “Indietro non si torna”

30

ROMA – “Un Pd ormai in confusione totale difende illegalità e rave party abusivi, chiedendo al governo di cambiare idea. No! Indietro non si torna, le leggi finalmente si rispettano”. E’ quanto scrive sul suo account Twitter il vicepremier e ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini, replicando al segretario del Partito Democratico Enrico Letta.

Quest’ultimo, infatti, ha detto: “Il Governo ritiri il primo comma dell’articolo 434 bis di riforma del Codice Penale. E’ un gravissimo errore. I rave non c’entrano nulla con una norma simile. E’ la libertà dei cittadini che così viene messa in discussione”. E il vicesegretario Dem Giuseppe Provenzano parla di “reato liberticida, che vìola l’articolo 17 della Costituzione, semplicemente da ritirare. Meloni e Piantedosi mentono. Con queste pene le intercettazioni sono consentite. Ogni manifestazione è esposta al rischio, all’arbitrio dell’autorità pubblica. No allo Stato di polizia”.