Di Pietro: “Ho detto a Grillo che non condivido le espulsioni”

ROMA – “Di Razzi e Scilipoti ce ne sono in tutti i partiti. Per me è deprecabile il comportamento delle persone che lasciano il partito ma altrettanto deprecabile è la pretesa che le persone che siedono in Parlamento debbano votare alzando la mano senza poter esprimere le loro opinioni”. Così l’ex pm Antonio Di Pietro (foto) al termine del colloquio avuto con il fondatore del M5S, Beppe Grillo.

“Ho apprezzato il comportamento di Paragone che ha espresso il suo parere restando nel gruppo. Non condivido chi lo critica né chi sostiene che chi vota in dissenso debba venire espulso. Io – continua Di Pietro – sono convinto che la libertà di voto espressa dalla Costituzione debba rimanere e che nella ricerca della classe dirigente vadano fatti meno errori, come ho fatto anche io. D’altra parte tutti i partiti fanno errori, non solo il M5S”.