“Don Matteo”, 12esima stagione al via su Rai1 dal 9 gennaio

ROMA – Diversi, che di più non si può, ma complici, e speculari al tempo stesso, il primo parla il necessario, voce pacata, ha gli occhi azzurri, un tempo lo chiamavano Trinità. L’altro ha la battuta tagliente, non riesci a guardarlo negli occhi perchè ti fa venire il dubbio, sempre, che si stia burlando di te. Una cosa è certa: si capiscono con uno sguardo. Terence Hill e Nino Frassica, in tv rispettivamente Don Matteo e il maresciallo Cecchini, amici autentici anche nella vita.

Su Rai1 in prima visione dal 9 gennaio in prima serata va in onda la 12ma stagione della fortunata fiction campione di ascolti (l’11a ha registrato 8,5 milioni), realizzata dal 2000 da Lux Vide con Rai Fiction, prodotta da Luca e Matilde Bernabei. Compie dunque 20 anni. A firmare la regia quest’anno Raffaele Androsiglio e Cosimo Alemà. Apprezzata dalla Finlandia all’Australia perchè i buoni sentimenti non hanno confini. In due decenni è cambiata l’Italia, ma per milioni di appassionati il sacerdote detective è diventato quasi uno di famiglia.

Frassica e Hill nel corso di questi lunghi anni si sono prima studiati, rispettati profondamente, infine è esplosa l’amicizia. “Terence Hill è un amico, un gran signore, unico, spirituale”, dice Frassica. Dall’altra parte fa coro l’attore, Mario Girotti all’anagrafe, in arte Terence Hill, classe 1939: “Senza Nino non sarebbe lo stesso, perché lui è la parte concreta della commedia di Don Matteo, ma fa anche commuovere in certi momenti riesce a far combaciare alla perfezione insieme le due cose”.

La dodicesima stagione – rinnovata nel format – è un viaggio nella società di oggi: dieci film, uno a serata, con una forte unità tematica incentrati sul contenuto dei 10 Comandamenti, attualizzati e riletti non solo in chiave religiosa, ma anche laica. Tra le guest star Fabio Rovazzi, Christiane Filangieri, Simone Montedoro ed Elena Sofia Ricci.