Donne uccise in ambito familiare, Bellanova: “Non chiamiamolo amore”

31

ROMA – “Il report sugli omicidi volontari curato dalla Polizia criminale certifica che nel 2021 sono 116 le donne uccise in ambito familiare, 68 delle quali hanno trovato la morte per mano del partner o ex partner. Quelli che leggiamo non sono numeri ma vite, volti, storie di donne, ambiti familiari malati fatti di violenza, sopraffazione, volontà di dominio e morte. Da qui un appello a tutti: non chiamiamolo amore. Sforziamoci tutti, media compresi di non accostare questa parola alla violenza perpetrata su quei corpi, perché nel togliere la vita a una donna non c’è nulla che possa avere la parvenza di un nobile sentimento che non sia odio e indifferenza per l’essere umano”.

Lo afferma su Facebook la vice ministra alle infrastrutture, Teresa Bellanova (foto).