Dpcm, Meloni: “Il governo si accanisce con il mondo dello spettacolo”

ROMA – “Il Governo si accanisce con il mondo dello spettacolo, i cinema e i teatri, che vengono chiusi nonostante abbiano investito soldi per rispettare tutti i protocolli di sicurezza e i dati dicano che non sono focolai di contagi. È un decreto che mette in ginocchio un’intera filiera: attori, registi, compagnie, macchinisti, attrezzisti, tecnici, ballerini, coreografi e tante altre figure professionali sono condannati alla disoccupazione e dal Governo arrivano solo promesse di ristoro. Dal turismo alla cultura disastro Franceschini, il peggior ministro che questi due comparti potessero avere”. Lo scrive questa mattina su Facebook Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia.

AGGIORNAMENTO. La Meloni ha smentito poco fa la possibilità di formare un governo di unità nazionale. Queste le sue parole: “Leggo improbabili ricostruzioni secondo le quali saremmo disponibili a collaborare con il governo, addirittura con un governo di unità nazionale. Lo dico chiaramente: Fratelli d’Italia non parteciperà mai a un governo con Pd e Cinquestelle. Una volta finita l’emergenza, l’unica strada per noi è quella delle elezioni. Abbiamo messo da sempre a disposizione le nostre proposte serie, come opposizione, ma per noi bisogna partire dall’azzeramento dei decreti di Conte. Decreti illogici e dannosi contro i quali siamo pronti a batterci in Parlamento e nelle piazze”.