Dpcm: Salvini, “È immorale chiudere gli italiani in casa a Natale”

19

ROMA – “Pensiamo agli anziani soli, ai disabili senza sostegno. L’Italia non è solo grandi metropoli, 1500 comuni italiani hanno meno di 1000 abitanti. Un contro è dire non esci da Roma o Milano un contro è isolare persone in piccoli comuni, in montagna, in pianura, nei paesi lungo le nostre coste. Non si può separare genitore da figlio, nipote da nonno. E’ immorale chiudere in casa gli italiani nella notte più bella dell’anno, quella di Natale, nessuno reclama il diritto al caos ma alla famiglia ed il governo non può rubarlo”.

Lo ha dichiarato il leader della Lega, Matteo Salvini (foto), in una diretta su Facebook, aggiungendo: “Che senso ha separare le persone dal 21 dicembre al 6 gennaio con un caos che ci sarà il 18, 19, 20 dicembre, come se il virus andasse a giornate? Non si può negare per decreto il diritto alla famiglia”.