Energia, Brunetta: ‘Discorso straordinario di von der Leyen, alle parole seguano i fatti’

21

ROMA – “Un discorso straordinario, quello di von der Leyen, cui devono seguire i fatti. Non possiamo morire di bollette, le famiglie non possono spendere tutto il loro reddito per pagare luce e gas, le imprese non possono chiudere perché non riescono a sostenere i costi dell’energia. Occorre che l’Europa sia in grado di dare risposte presto e bene, affiancando gli Stati, che stanno facendo tutto quello che possono”.

Ad affermarlo in una nota è Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione, a margine dell’evento promosso in Campidoglio dall’Ufficio di collegamento del Parlamento europeo in Italia e dalla Rappresentanza della Commissione Ue in occasione del discorso sullo stato dell’Unione di Ursula von der Leyen.

“Il nostro Governo – sottolinea Brunetta – ha già stanziato circa 60 miliardi di euro, ma occorrono nuove risorse e un Fondo europeo per rispondere alla guerra energetica che ci sta facendo la Russia. Guardando al futuro. Basta dipendenza. Bisogna produrre tutti i beni pubblici che servono all’Europa: energia e clima, pace, difesa, sicurezza alimentare, crescita, giustizia e coesione sociale”.