Fabrizio Bentivoglio: la biografia

52
foto di Angelo Trani

ROMA – Fabrizio Bentivoglio, nato a Milano il 4 gennaio 1957, è uno dei più grandi personaggi nel mondo dello spettacolo italiano. Attore, regista e sceneggiatore, ha vinto la Coppa Volpi come miglior attore al Festival di Venezia per “Un’anima divisa in due” (1993), ben 3 David di Donatello (1997,1999 e 2021) e un Nastri d’Argento (2014). Ha anche ricevuto una nomination come miglior regista esordiente per “Lascia perdere, Johnny!”, che ha diretto nel 2007. Ha recitato in film che hanno fatto la storia del cinema italiano come “Puerto Escondido” di Gabriele Salvatores, “Italia – Germania 4-3” di Andrea Barzini, “L’amico di famiglia” di Paolo Sorrentino e “Il capitale umano” di Paolo Virzì, per citarne solo alcuni.

Non solo attore cinematografico ma anche teatrale, Fabrizio Bentivoglio ha recitato in “La tempesta” di William Shakespeare diretto da Giorgio Barberio Corsetti, “Sunset Limited” (di Cormac McCarthy) di Gabriele Vacis e “Provando… Dobbiamo parlare”, di Carla Cavalluzzi, Diego De Silva e Sergio Rubini, per la regia dello stesso Sergio Rubini. Per il piccolo schermo, fra i tanti ruoli, ha recitato nella serie TV “Benvenuti a tavola – Nord vs Sud” e nel film Netflix “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”.