Fedriga: “La 54^ edizione della Barcolana è sinonimo di ripartenza”

28

TRIESTE – “La 54esima edizione rappresenta la Barcolana della ripartenza, ma la forza della regata è stata espressa anche nelle edizioni passate durante la pandemia quando nonostante le difficoltà organizzative non si è fermata. Oggi, grazie a quegli sforzi, possiamo riprendere con una regata della ‘normalizzazione’ con tutte le aspettative in termini di partecipazione che ci auguriamo di ottenere”.

Lo ha affermato il governatore della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, in occasione della conferenza stampa di presentazione della 54a edizione della Barcolana che ha preso il via oggi e che regalerà dieci giorni di eventi a terra e in mare. Nel Salone degli incanti a Trieste erano presenti, fra gli altri, l’assessore regionale allo Sport, Tiziana Gibelli, il prefetto di Trieste, Annunziato Vardè, il presidente della Svbg Mitja Gialuz e il sindaco della città Roberto Dipiazza. Per il governatore questa edizione “è strategica così come lo sono gli altri tre grandi eventi del Friuli Venezia Giulia (Friuli Doc, Gusti di frontiera e Pordenonelegge) perché riescono a destagionalizzare il turismo richiamando molte presenze”.

“I numeri sul 2022 – ha aggiunto Fedriga – mostrano come il Friuli Venezia Giulia sia la regione che ha recuperato di più in termini di richiamo turistico rispetto al periodo pre-pandemico a livello nazionale, dimostrando come il settore sia in salute”. Un comparto che per Fedriga deve continuare a rafforzarsi “viste anche le difficoltà legate alla crisi energetica e all’aumento dell’inflazione”. Secondo il governatore, infatti, potendo contare su una base solida, e il turismo ha un ruolo importante in questo senso, si possono affrontare nel miglior modo possibile i momenti impegnativi che inevitabilmente ci coinvolgeranno.

L’assessore regionale allo Sport Tiziana Gibelli a margine della presentazione si è detta “particolarmente fiera di svolgere questo ruolo nell’esecutivo del Friuli Venezia Giulia per molteplici motivi a partire dalle piccole squadre delle associazioni locali che costruiscono i grandi campioni. Ma oggi – ha detto – lo sono in modo particolare perché la Barcolana rappresenta la più grande regata al mondo come numero di partecipanti e offre delle immagini di un golfo suggestivo che amo ricordare con le parole di Diana Bracco: ‘io quando arrivo a Trieste guardo giù, vedo il golfo e mi si apre il cuore'”.