Francesca Michielin e Fedez, il medley a Sanremo: ecco come è andata

90
fedez e michielin
Fedez e Michielin – Ph. Fabrizio Cestari

SANREMO – Per la serata dei duetti al Festival di Sanremo, Francesca Michielin e Fedez hanno pensato a un medley fresco e originale che spazia tra i generi, omaggiando la storia della musica italiana, con un arrangiamento in continua evoluzione in cui hanno voluto coinvolgere ogni singolo elemento presente in orchestra.

Il medley parte morbido, tra piano e archi che accennano a “Del verde” la ballad di Calcutta, che lentamente si trasforma in un “Le cose in comune” di Daniele Silvestri, in una inedita versione brass band ispirata all’era delle grandi orchestre jazz di Benny Goodman e in cui riecheggia “It’s oh so quiet” di Björk. Con uno scatto estemporaneo, gli archi catapultano in atmosfere Ska/Punk in cui va a incastonarsi l’originale versione di “Felicità” della coppia Albano e Romina, dove fa incursione anche “Fiumi di Parole” dei Jalisse. Il cerchio si chiude e tornano le atmosfere più soft che accolgono “Non Amarmi” di Aleandro Baldi e Francesca Alotta in una versione j-pop all’italiana.

E’ anche un omaggio musicale al duetto, il format sanremese per eccellenza che negli anni, sul palco dell’Ariston, è diventato cult.