Fratelli d’Italia scende in piazza per chiedere lo “Stop al coprifuoco”

12

ROMA – In contemporanea in molte città italiane, Fratelli d’Italia è scesa in piazza – nel rispetto delle normative anti Covid – per manifestare solidarietà e sostegno alle categorie in crisi a causa della pandemia da coronavirus. “Stop al coprifuoco” è il tema della manifestazione che si è svolta ieri, 30 aprile. Da settimane il partito di Giorgia Meloni chiede la cancellazione del divieto di uscire dalle ore 22 alle ore 5. La stessa Meloni oggi su Facebook parla di “norme insensate che limitano la libertà dei cittadini e penalizzano l’economia in maniera ingiustificata”, chiedendosi: “Per quanto tempo ancora dovremmo subire queste misure folli? Basta coprifuoco”.

“Non è festa senza lavoro” è il manifesto del flashmob odierno che “intende ribadire ed indirizzare un messaggio chiaro a chi ci governa: c’è un’Italia che chiede solo di poter lavorare, nel rispetto delle regole ma nel pieno delle loro capacità. Fratelli d’Italia è al loro fianco. Le zone gialle meritano minori restrizioni per consentire ai nostri imprenditori e lavoratori una ripresa più rapida. I dati sull’economia e sul lavoro italiano sono drammatici: dai 945 mila posti di lavoro e 717mila cittadini inattivi dall’inizio della pandemia ai 402mila posti di lavoro femminile persi. Per non parlare delle quasi 400mila imprese del commercio che hanno chiuso definitivamente, di oltre il 66% di quelle appartenenti al mondo della ristorazione che sono a forte rischio chiusura e di un turismo al collasso con circa 220 milioni di visitatori registrati in meno nel 2020 rispetto al precedente anno. Oggi non è giorno di festa ma il giorno del lavoro che non c’è e di chi è stato privato della possibilità di lavorare. Fratelli d’Italia è l’unico partito che da inizio pandemia sta difendendo con forza e coerenza gli interessi dei lavoratori italiani, delle imprese e delle partite iva. E’ ora che inizi a farlo anche il Governo”.