Grillo: “I Grillini non sono più marziani”. Ma gli ortodossi pensano al recupero del simbolo Idv

14

Beppe GrilloROMA – Con un post pubblicato sui social, il Garante del M5S Beppe Grillo (foto) non ha mutato la sua linea pro Mario Draghi: “I Grillini non sono più marziani. I Grillini non sono più marziani”, scrive il comico genovese tracciando una linea che unisce la sonda Perseverance, in arrivo nella notte su Marte, con la “perseveranza” del sì dei pentastellati a un governo ambientalista. Un sì che, nella strategia di Grillo, potrebbe innescare una rifondazione della sua creatura, come ricostruisce l’Ansa. Intanto governisti ed espulsi si combattono a suon di dichiarazioni e post sui social.

Insomma la scissione è iniziata, la guerra fratricida è un dato di fatto, la battaglia sul simbolo e il rapporto tra Beppe Grillo e Davide Casaleggio sono due fattori da cui dipende l’esistenza stessa del M5S così come finora era conosciuto. Il “no” dei 15 senatori ortodossi a Draghi apre una ferita che difficilmente si rimarginerà. Una manciata di ore dopo, alla Camera, i “contras” viaggiano più o meno sulla stessa linea. I gruppi autonomi, per i dissidenti espulsi, sono a un passo. E, al Senato, gli ultimi rumors spiegano che gli ortodossi avrebbero chiesto al segretario Ignazio Messina l’uso del simbolo Idv. Ieri pomeriggio i vertici hanno tentato una controffensiva, con Vito Crimi che si è palesato a Montecitorio. Ma ormai la spaccatura sembra irreversibile.