“Il Libano moderno”, quaderno di geopolitica vol. 3

45

Terzo volume della collana Doctis Ardua curata da Daniele Cellamare. La collana contiene una serie di quaderni di geopolitica, per gli amanti della storia, della politica e della geografia. “Con il vantaggio – così come lo stesso Cellamare scrive nella prefazione – di rendere agevole una lettura altresì impegnativa”.

Con la sua complessa collocazione geopolitica, tra Siria e Israele, il Libano contemporaneo è al centro di una competizione che si estende sino alle più articolate dinamiche socio politiche di tutto il Medio Oriente. I retaggi della guerra civile, le varie declinazioni degli schieramenti partitici e il massiccio afflusso di profughi vengono analizzati per tentare di individuare gli elementi di destabilizzazione che hanno provocato le profonde modifiche all’equilibrio etnico-religioso del paese.

Si tenta di tracciare i lineamenti di una dirigenza politica, da sempre legata al comunitarismo di stampo confessionale e in progressiva perdita di consensi, che i nuovi movimenti di protesta ritengono responsabile della distruzione della società e dell’economia, così come del disfacimento del paese, tra povertà, vulnerabilità ed emarginazione. La stessa potenza espressa da Hezbollah non viene oggi condivisa dalla maggioranza della popolazione, a causa del suo crescente militarismo e delle controverse scelte di politica interna e internazionale. Sembra quindi che un pur minimo cambiamento dei delicati equilibri regionali possa generare in Libano un nuovo e più devastante conflitto interno.

GLI AUTORI – Gregory Marinucci, A. Roberta La Fortezza, Vera Sibilio, Marilea Laviola e Antonella Palmiotti. Curatela di Daniele Cellamare

SCHEDA DEL LIBRO

Genere: Saggistica
Collana: Doctis Ardua
Pagine: 94
Prezzo: € 10,00
Codice EAN: 9791254510124
Data di uscita: 1/9/2021