Il primo amore nell’era del sexting e del cyberbullismo al centro di “Crush – La Storia di Stella”

18

ROMA – Il primo amore nell’era del sexting e del cyberbullismo è il tema al centro della nuova serie “Crush – La Storia di Stella”, prodotta da Stand by me in collaborazione con Rai Kids, disponibile in anteprima su RaiPlay venerdì 11 novembre (con tutti i 10 episodi da 25 minuti ciascuno) e in onda da domenica 13 novembre tutti i giorni, alle ore 19.10, su Rai Gulp. La serie racconta la storia di Stella, una tredicenne alle prese con i turbamenti sentimentali della prima cotta, che deve crescere in un mondo governato dal web, vivendo sulla sua pelle i rischi e le potenzialità che la sua generazione sperimenta quotidianamente nell’era della condivisione digitale, in cui anche un gioco innocente può trasformarsi in un incubo.

Il primo amore non si scorda mai… Come si fa, in effetti, a dimenticare la prima sbandata sentimentale, il primo innamoramento totale, portatore di incontenibile gioia ma a volte anche di turbamento e sofferenza? “Crush – La Storia di Stella” è la prima serie della collana “Crush”, ideata da Simona Ercolani, il cui titolo vuole sfruttare proprio l’ambivalenza del termine inglese “crush”, che nello slang delle nuove generazioni vuol dire “cotta”, “innamoramento”, ma che letteralmente, non a caso, significa “schiacciare”, “frantumare”. La collana, attraverso il linguaggio tipico delle serie kids & teen, riflette sui cambiamenti profondi provocati nei preadolescenti dalla prima vera tempesta emotiva, partendo dalla consapevolezza che l’amore è uno dei più potenti riti di passaggio e che, attraverso le sue bufere, si cresce.

Stella (Anita Serafini) è una ragazza di tredici anni solare e determinata, con una famiglia separata ma affettuosa alle spalle e un gruppo di amici fidati, il timido Saverio (Jasper Cabal Gonzales) e la tecnologica Andrea (Matilde Sofia Fazio). Come tanti suoi coetanei, Stella si divide tra la scuola e la sua passione sportiva, il judo, mentre coltiva il grande sogno di diventare una giornalista. Spronata da questo suo ambizioso obiettivo, si getta con entusiasmo nell’impresa di rimettere in piedi il vecchio giornalino d’istituto: insieme ai suoi amici e alla sua “crush”, Seba (Sebastian Gravina), si ripropone di modernizzarlo trasformandolo in un vlog con video reportage e interviste capaci di incrociare i gusti di ragazzi cresciuti con i social.

A rompere questo equilibrio, però, è proprio Seba, innamorato di lei ma molto superficiale, che manda un video privato, in cui Stella si mostra in intimo, al suo amico Francesco (Claudio De Angelis), il quale lo diffonde in rete mettendo la vita di Stella al centro di un ciclone di critiche e giudizi dal peso insopportabile. Stella cerca dentro di sé e nell’addestramento da judoka la forza per rialzare la testa e affrontare la più grande delle delusioni: essere stata tradita dalla persona a cui ha affidato i suoi giovani sentimenti.

La serie vede nel cast la speciale partecipazione anche della giovane youtuber e influencer Eleonora Olivieri, che Stella vuole intervistare per il suo vlog, di Lavinia Fiori nelle vesti di Cate, la ribelle della scuola, di Lorenzo Battaglia nei panni di Filippo, fratello di Cate, di Riccardo Vianello nel ruolo del Preside della scuola, di Valentina Chico e Luca Ribezzo, rispettivamente i volti della mamma e del papà di Stella, e infine di Ettore Nigro e Tommaso Serrau, nei panni del patrigno di Stella, Giorgio, e del fratellastro Valerio.

“Crush – La storia di Stella” (10 episodi da 25’) è una produzione Stand By Me in collaborazione con Rai Kids, facente parte della collana “Crush”, ideata da Simona Ercolani. Soggetti e sceneggiature di Maria Scoglio e Filippo Gentili, Angelo Pastore, Serena Cervoni. Regia di Valentina Bertuzzi. Musiche di: Cristina Carlini e Anna Lidell. Prodotta da: Simona Ercolani. Produttore esecutivo: Grazia Assenza. Produttori Rai: Cecilia Quattrini e Annita Romanelli.