Inaugura la mostra “Roma. Nascita di una Capitale 1870-1915”, Raggi: “Riflettere sul passato recente per progettare il futuro”

15

Virginia RaggiROMA – Da oggi al Museo di Roma, a Palazzo Braschi, romani e turisti possono ammirare la mostra “Roma. Nascita di una Capitale 1870-1915”, pensata per raccontare – insieme ai grandi eventi che hanno segnato la storia della città, dalla Breccia di Porta Pia alla Prima guerra mondiale – il cambiamento che questo passaggio epocale ha prodotto nella vita delle persone. Per informazioni sugli ingressi e sull’acquisto dei biglietti: www.museiincomuneroma.it.

“La nostra città è nata, è cresciuta e si è trasformata grazie ai sacrifici e all’impegno di italiani giunti da ogni parte del Paese come da tanti stranieri che negli anni l’hanno scelta come propria città”, afferma la sindaca Virginia Raggi. “Molti sono i contributi che ci hanno consentito di raggiungere questo risultato. Ringrazio le curatrici della Sovrintendenza Capitolina, Federica Pirani e Gloria Raimondi, e Flavia Pesci, agli architetti Jacopo Benedetti e Sveva Di Martino che hanno progettato l’allestimento. Desidero ringraziare per la consulenza scientifica, il comitato presieduto dal Professor Vittorio Vidotto, e, per la collaborazione tecnico-scientifica, i Dipartimenti di Architettura e di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Roma Tre, l’Archivio della Fondazione Primoli, l’Istituto Luce-Cinecittà, la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, il Museo Ebraico di Roma, il Museo Nazionale Collezione Salce di Treviso e alla Fondazione Cineteca di Bologna, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Comitato Roma 150. La mia gratitudine va infine ai prestatori pubblici e privati delle opere esposte”.

E infine: “Senza la disponibilità e la collaborazione di tante istituzioni e persone non sarebbe stato possibile realizzare questa mostra, che ci invita a riflettere sul passato recente per progettare il futuro: quello di una città dalla vocazione universale come Roma. Insieme possiamo affrontare le sfide per il futuro”.