Incendi boschivi, aumento degli interventi rispetto al 2020

34

soccorsi incendi boschivi

Dalla metà di giugno sono stati 29.187 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco per incendi boschivi e di vegetazione in genere, 12.787 in più rispetto allo stesso periodo del 2020. La flotta aerea del Corpo nazionale, composta da 15 Canadair e 8 elicotteri impegnati per l’antincendio boschivo, ha svolto finora 891 missioni, 3.856 ore di volo con 20.891 lanci di sostanze estinguenti. 7.169 interventi in Puglia, 6.790 in Sicilia e 2.964 in Calabria: queste le regioni più colpite dai roghi finora.

In Sardegna i Vigili del fuoco sono impegnati da ieri nel contrasto a un vasto incendio boschivo che, partito dal territorio di Bonarcado e alimentato dal forte vento, si è propagato fino a Cuglieri, dove nella notte 40 persone sono state evacuate da una casa di cura minacciata dalle fiamme, e all’abitato di Santu Lussurgiu, dove sono 60 famiglie state allontanate in via precauzionale dalle proprie abitazioni. Attualmente stanno operando per l’estinzione dell’incendio 10 squadre con 30 automezzi per l’antincendio boschivo col supporto aereo di cinque Canadair e di un elicottero della flotta aerea del Corpo nazionale.

Per una maggiore rapidità di risoluzione dell’emergenza, il Dipartimento della Protezione Civile ha attivato un modulo internazionale di cooperazione: due velivoli canadair provenienti dalla Francia sono in volo verso la Sardegna, mentre altri due canadair provenienti dalla Grecia sono atterrati ad Alghero alle ore 4:30 di stamattina e sono già pronti ad operare sul territorio sardo. Al momento stanno già operando 57 unità operative a terra, di cui 28 provenienti dai Comandi di Nuoro, Sassari e Cagliari e 29 del locale Comando di Oristano. A Tresnuraghes tre squadre hanno operato per tutta la notte nel contrasto al fronte del fuoco, e la loro attività ha permesso di salvaguardare due attività ricettive. A Scano di Montiferro il lavoro notturno delle squadre ha permesso di mettere sotto controllo il fronte del fuoco, che nella giornata di ieri aveva causato l’evacuazione di oltre 400 persone.