Indagine Hilton, il 2022 sarà l’anno delle vacanze in famiglia per gli italiani

17

Albergo hotelMILANO – Nonostante si registri un progressivo abbassamento dei rischi legati alla pandemia, si stima che i viaggiatori continuino ad attuare scelte più ponderate per le vacanze. Una nuova ricerca commissionata da Hilton, con un campione di 1000 intervistati in Italia con figli fino a 16 anni, rivela che gli italiani sono inclini a spendere in media il 25% in più per una vacanza rispetto al periodo pre-pandemico, circa 1.800 euro a persona, secondo una recente analisi di settore. Eppure, nonostante la voglia di spendere di più, gli italiani si confermano attenti alle spese: infatti l’accessibilità economica rimane un valore importante per il 59% degli intervistati, superata soltanto dal relax (64%) e dalla vicinanza alla spiaggia (60%).

Se l’aspetto economico è importante, non è però l’unico: la durata delle ferie vedrà un incremento per il 47% degli intervistati, con l’obiettivo di recuperare il tempo perso negli ultimi due anni a causa del contesto di incertezza globale. Anche la frequenza dei viaggi ricoprirà un ruolo importante nelle vacanze italiane, con il 69% degli italiani che approfitterà della maggiore libertà per spostarsi più frequentemente rispetto al 2021. Non solo figli e parenti, ma anche gli amici a quattro zampe sono dei travel mate amati dagli italiani. La ricerca sottolinea che 1 connazionale su 2 porterebbe, ove possibile, il proprio animale domestico in vacanza, e Hilton ha già preso in considerazione questo trend: basti pensare che la keyword pet-friendly è stata il terzo filtro più utilizzato su hilton.com nel 2021.

Per venire incontro a questa richiesta, sempre più diffusa, Hilton offre più di 5000 strutture pet-friendly in tutto il mondo, di cui 26 in Italia. Ad esempio il Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel offre il programma V.I.P. – VERY IMPORTANT PETS, per un soggiorno da sogno anche per gli animali. Non sono solo loro a godere di momenti indimenticabili lontano da casa. Infatti, il 72% degli italiani è maggiormente invogliato a trascorrere più tempo all’aria aperta grazie alla compagnia degli amici a quattro zampe, visitando luoghi indimenticabili con lunghe passeggiate (57%).

L’organizzazione di un viaggio extralarge, che potrebbe rappresentare un ostacolo, non è invece fonte di preoccupazione per i nostri connazionali: questo trend è confermato dai risultati della ricerca, visto che il 53% considera emozionante la scelta della destinazione per le vacanze in famiglia, il 31% normale e senza intoppi e il 27% la reputa addirittura facile, in particolare per il turismo domestico (itinerario preferito da 6 partecipanti al sondaggio su 10). Per rendere il soggiorno con la famiglia ancora più completo, Hilton Honors consente ai propri soci di ottimizzare al massimo le “fughe” dalla routine con benefit e sconti esclusivi, anche grazie a novità digitali come il check-in contactless: attraverso l’app Hilton Honors non è necessario recarsi alla reception ed è possibile accedere direttamente alla camera con la digital key.

Il Trends Report 2022 di Hilton evidenzia vari tratti comportamentali interessanti per cambiamenti radicali, sia esterni sia interni, nell’industria dell’ospitalità in tutto il mondo. Nel dettaglio del panorama italiano sono state identificate sei tematiche chiave tenute in considerazione quando si prenota un viaggio post-pandemia: Varietà delle attività pianificate: 60%, Full-immersion nella realtà locale: 59%, Sostenibilità: 56%, Varietà delle tappe all’interno della stessa vacanza: 51%, Impatto positivo sulla cultura e comunità locali: 50%, Maggiore numero di partecipanti: 46%.

“C’è una considerevole domanda non manifesta di persone che vogliono staccare dalla vita quotidiana per ricaricarsi, rilassarsi e vivere di nuovo esperienze”, ha affermato David Kelly, Senior Vice President, Continental Europe, Hilton. “Nel nostro 2022 Trends Report i dati mostrano come tanti siano alla ricerca di viaggi più lunghi, frequenti e piacevoli rispetto al passato, con nuove priorità e gusti influenzati dagli ultimi due anni. Molte famiglie sono pronte a godersi le prime vacanze dopo tanto tempo e i nostri hotel sono pronti ad accoglierle con la nostra ospitalità, riconosciuta in tutto il mondo”.