Insulti razzisti a steward durante Lazio-Verona, Di Maio: “Vigliacchi”

26

ROMA – “C’è chi lo chiama tifo e li definisce tifosi. No, gli autori di questi insulti razzisti, rivolti a un ragazzo a bordo campo allo stadio Olimpico, sono solo vigliacchi. Vigliacchi, ecco cosa siete. In Italia non c’è spazio per queste discriminazioni e per quest’odio. Non è tollerabile alcuna forma di razzismo, serve la ferma condanna di tutti, senza esitazioni. Massima solidarietà. Lo sport, il calcio, è un’altra cosa!”.

Lo afferma su Facebook il ministro degli esteri, Luigi Di Maio, dopo gli insulti razzisti a uno steward durante la partita di Serie A tra Lazio e Verona.