Intervista a Cristina Parodi, stasera ospite a Tv2000

Cristina Parodi Don Marco Pozza

Martedì 20 novembre alle ore 21:05 una nuova puntata di ‘Ave Maria’ condotto da don Marco Pozza: “Sono sempre stata una super timidona, poi con gli anni un po’ mi sono sciolta”

ROMA – “Con la nascita dei miei figli la vita mi è cambiata. Una donna ha una parte della testa e del cuore che prima faceva altre cose e adesso invece si occupa e preoccupa di quello che ha messo al mondo. La donna, la mamma, anche quando sta facendo la cosa più complicata e difficile del mondo, ha comunque il pensiero dei figli”. Lo dice Cristina Parodi nella sesta puntata del programma ‘Ave Maria’ con Papa Francesco, condotto da don Marco Pozza, teologo e cappellano del carcere di Padova, in onda su Tv2000 martedì 20 novembre alle ore 21.05.

“Mia figlia una volta – ricorda la Parodi – mi ha chiesto se sono stata mai vittima di molestie sul lavoro. Io sono stata ben felice di rispondere di ‘no’, non ho mai avuto una situazione di disagio, di molestia che abbia condizionato in qualche modo una mia decisione, mai”.

ANTICIPAZIONI DELLA PUNTATA

“Non lo so se per fortuna, perché poi conta anche quella, – prosegue la Parodi – per circostanze, per ambiente di lavoro o anche forse un po’ per il mio atteggiamento. Purtroppo ci sono certe donne, a volte gli puntano anche il dito contro, che per loro atteggiamento naturale sono più portate a essere estroverse, più affettuose, più disinvolte, che magari stimolano e suscitano di più un atteggiamento maschile di quel tipo. Io sono sempre stata una super timidona, poi con gli anni un po’ mi sono sciolta; però da ragazzina quando ho cominciato a lavorare, a 20-30 anni, ero una che incuteva timore, a volte me lo dicevano. Ero una che teneva sempre un po’ le distanze. Ci metto un po’ prima di prendere confidenza e quindi può essere che anche questo un poco mi abbia protetto”.

La Parodi nel dialogo con don Marco parla anche della Madonna: “Mi piace tantissimo è una figura bellissima che non esiste poi nelle altre religioni, insomma in questa forma. Ci penso nei miei momenti di preghiera, tante volte mi rivolgo a lei perché la vedo più vicina a me di un Dio, di un Gesù Cristo. Vedo la Madonna e penso che comunque lei appunto è stata una mamma”.

Tra le tante personalità che la Parodi ha incontrato nella sua carriera professionale Lady Diana è stata quella che ha lasciato i ricordi più intensi: “Ho avuto la possibilità di intervistare Lady Diana prima che morisse. Mi è capitato una volta che è venuta in Italia a fare un convegno. Ho avuto la possibilità di parlare con lei e di intervistarla. Tra le tante figure pubbliche importanti che ho incontrato quello è un incontro che mi ricordo ancora. Mi colpì molto la sua tristezza. Era una donna bellissima, ma si capiva che aveva qualcosa di un po’ irrisolto cioè che non era felice”.