La Procura di Avellino dissequestra le barriere autostradali

ROMA – La Procura della Repubblica di Avellino ha accolto l’istanza di Autostrade per l’Italia relativa al dissequestro delle barriere di sicurezza “bordo-ponte” installate su 10 viadotti lungo le autostrade A14 e A16.

Lo rende noto la stessa Aspi, sottolineando che “il dissequestro temporaneo consente alle competenti Direzioni di Tronco della società di procedere immediatamente con i lavori di cantierizzazione necessari per la sostituzione delle barriere di sicurezza. Gli interventi verranno svolti secondo le modalità indicate dagli uffici tecnici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.

Le barriere oggetto di dissequestro sono per l’A14, i viadotti Fosso San Biagio, Campo Filone, Petronilla (tra le uscite di Pedaso e Grottammare); per l’A16 i viadotti Lenze-Pezze, Scrofeta Vergine, Sabato, Francia, Pietragemma, Boscogrande, Vallone del Duca (tra le uscite di Baiano e Benevento). I primi cantieri partiranno entro lunedì prossimo e saranno gestiti dalla società Pavimental.