La Rai partecipa alla campagna #SayHi per promuovere l’amicizia. Appuntamento il 12 novembre sui social e su Rai Gulp

ROMA – Il 12 novembre bambini e ragazzi di tanti Paesi del mondo si uniranno in quella che si preannuncia come la più grande danza simultanea che promuove l’amicizia, l’inclusione e la gentilezza sociale tra i giovani. La campagna #SayHi è una iniziativa delle tv pubbliche europee (EBU) a cui ha aderito anche la giapponese NHK.

La stessa coreografia, la stessa canzone – adattata in tante lingue – interpretata da bambini e ragazzi nello stesso giorno e con lo stesso obiettivo: mostrare una generazione che crede nell’amicizia, nel fare conoscenza con gli altri, nel non lasciare nessuno da parte. Con il coordinamento della EBU, le emittenti dei 13 paesi convolti hanno partecipato alla scelta del tema e dello slogan: Say Hi!, ovvero Dì Ciao, Saluta il tuo amico, la tua amica, prova a cantare e danzare insieme.

La canzone e la coreografia sono state prodotte dalla NRK norvegese, la grafica dalla VRT del Belgio. L’edizione italiana è stata curata da Rai Ragazzi. La coreografia rispetta le norme di distanziamento e può essere rappresentata anche a distanza, secondo le norme in vigore in ciascun Paese. La data scelta è il 12 novembre, a partire dalle ore 12. In Italia sarà Rai Gulp a lanciare l’iniziativa attraverso il programma “La Banda dei FuoriClasse” e il magazine #Explorandom.

Sui profili social di Rai Gulp (Facebook, Instagram e Twitter) la campagna è già partita, con la pubblicazione di materiali realizzati ad hoc da ragazzi di tutta Italia, già testimonial della trasmissione #Explorers, tra cui Le Giorgie di Milano, I Mini Raptor di Civitavecchia (Roma), Elena Salvatore di Nola (Napoli), Tommy Miglietta di Lecce, Margherita Borsoi di Treviso, Giuseppe Bertolotti di Catanzaro, i ballerini di tip tap della scuola “Danza Dogi” di Como e I Blackout di Ragusa, che hanno inciso la versione italiana del brano musicale.

I video di tutti i Paesi saranno rilanciati dalla EBU, l’associazione delle tv pubbliche europee, e del Junior Eurovision Song Contest (JESC). Madiana Asseraf-Jacob, Responsabile del settore “Young Audiences” dell’EBU, ha dichiarato: “In questi tempi preoccupanti di crescenti restrizioni sociali e isolamento, è fondamentale che i bambini si sentano supportati e siano anche incoraggiati a sostenersi a vicenda. La campagna #SayHi riunisce i bambini e celebra la diversità, sottolinea l’importanza dell’inclusione e si concentra sulla semplice gioia dell’amicizia”.

Hildri Gulliksen, Responsabile del canale pubblico norvegese NRK Super, ha dichiarato: “La NRK è entusiasta di vedere come il messaggio semplice e importante – “Say hi!” – “Saluta!” – ora viaggia in tutta Europa e in Giappone. Nonostante tutti gli sforzi che genitori e professionisti fanno per prevenire il bullismo e l’esclusione, sappiamo che molti bambini si sentono soli e sentono la mancanza di amici. Lo scopo della campagna è creare una compagnia positiva che includa tutti e che riduca la sensazione di solitudine dei bambini”.

Secondo Luca Milano, Direttore di Rai Ragazzi e chairman del gruppo Kids Media delle tv pubbliche: “Speravamo tutti, nei vari Paesi, di trovarci a novembre in una situazione migliore sul fronte della pandemia. Ma anche e soprattutto in questi momenti di difficoltà l’iniziativa SayHi è importante, per trasmettere fiducia e forza ai ragazzi e alle ragazze, lottare contro la sensazione di isolamento e far sentire la vitalità di una generazione che insieme saprà superare anche questa prova”.

Oltre alla RAI, l’elenco delle emittenti partecipanti vede: NRK (Norvegia), VRT (Belgio); Kika / ZDF (Germania); RTVE (Spagna), ORF (Austria); CR (Repubblica Ceca); GPB (Georgia); MTVA (Ungheria); RTK (Kosovo); LRT (Lituania); RTVSLO (Slovenia) e NHK (Giappone). Maggiori informazioni sulla campagna #SayHi; la coreografia e la canzone in comune; e come partecipare si possono trovare sui social di Rai Ragazzi, sui siti web della EBU e del Junior Eurovision Song Contest, anche attraverso l’hashtag #SayHi.