La strega spiaggiata, Niky Marcelli promuove Cesenatico nel suo romanzo

la strega spiaggiata niky marcelli

CESANATICO – In questo momento di crisi il settore turistico soffre e fatica a ripartire così Niky ha deciso di promuovere Cesenatico , pubblicando ogni giorno sui suoi canali web frasi del suo libro e foto della cittadina con il tag #viaggiainitalia, cercando di coinvolgere i lettori, a scoprire i posti segreti del delitto.

Niky Marcelli, cittadino ormai acquisito del borgo marinaio, riesce a cogliere le peculiarità dell’inverno cesenaticense, freddo e piovoso, in cui il mare è sempre protagonista: desolato, privo di ombrelloni e turisti, scenario di un delitto, immerso nella solitudine delle colonie abbandonate che nessuno prova a riqualificare, il mare è il cuore pulsante del romanzo e scandisce il suo inizio.

Chi ha ucciso Martina Magnani, giovane studentessa del liceo, ritrovata cadavere vestita da strega, sulla spiaggia di ponente di Cesenatico la mattina seguente Halloween?

Per il piemme Attanasio Pavone non ci sono dubbi: il colpevole è un senzatetto senegalese sorpreso a dormire a poche centinaia di metri dalla vittima, con accanto la sua borsetta. Il movente è palese: omicidio a scopo di rapina dopo un probabile tentativo di violenza.

Ma per Anna Bonoli, detta la Lince, detective privata con un passato da ispettore della Polizia di Stato e una spiccata propensione per il gin Monkey47, le cose potrebbero essere andate diversamente. È stata proprio lei a trovare il corpo della ragazza e, da quanto ha potuto osservare guardandosi in giro, i conti non tornano.

Nonostante il magistrato minacci di farla arrestare per intralcio alle indagini se solo prova ad interessarsi al caso, la Lince decide di investigare in parallelo con gli ex colleghi, scoprendo che Martina non era affatto una sprovveduta liceale e la sua morte nasconde in realtà molte ombre.