Lancini (Lega): “L’UE fermi il blocco ingiustificato dei TIR al Brennero”

L’onorevole vuole che l’UE intervenga per porre fine a tali misure discriminatorie e per vigilare costantemente affinché non si ripetano

EP plenary session – Emission performance standards for new passenger cars and for new light commercial vehicles – Report:Miriam Dalli

BRUXELLES – L’espandersi del contagio del Coronavirus sta purtroppo rinfocolando un’annosa diatriba commerciale tra il nostro Paese e l’Austria relativamente al transito dei TIR italiani al Brennero. Tuttavia è inaccettabile che, attraverso il pretesto di misure precauzionali, vengano applicati provvedimenti discriminatori nei confronti dei nostri autotrasportatori e del servizio che svolgono. Per questo motivo, l’eurodeputato Danilo Oscar Lancini, in qualità di membro della Commissione “Commercio Internazionale” (INTA) del Parlamento Europeo, ha presentato un’interrogazione urgente alla Commissione Europea.

«Allo stato attuale delle informazioni – spiega l’On. Lancini – è in vigore per i veicoli industriali italiani un blocco verso l’Austria e la Slovenia: tale misura segue quella che vincolava l’ingresso in Austria solo previa esibizione di un certificato sanitario del conducente. Tali misure, adottate oltretutto senza alcuna consultazione con il Governo italiano e le istituzioni europee, arrecano danni irreversibili alle esportazioni italiane prima ancora che alle imprese di trasporto nazionale».

Pertanto Lancini chiede alla Commissione «di intervenire rapidamente al fine di porre rimedio con urgenza a tali misure discriminatorie e di vigilare costantemente per evitarne il ripetersi».