Legge di bilancio, Cna: “Limitare platea beneficiari Superbonus 110% penalizza la ripresa”

31

ROMA – Limitare la platea dei beneficiari del Superbonus 110% e depotenziare il bonus facciate sono in aperto contrasto con l’orientamento espansivo della manovra varata dal Governo e penalizzano soprattutto il sistema delle micro e piccole imprese. È quanto ribadisce la Cna, in attesa di conoscere il testo definitivo del Ddl Bilancio che sarà presentato a breve in Senato.

La Confederazione sottolinea che i bonus per la riqualificazione energetica e per la valorizzazione degli edifici stanno producendo effetti molto positivi sulla crescita economica. Pertanto sono incomprensibili limitazioni che riducono la platea dei beneficiari. In particolare CNA esprime contrarietà all’introduzione del tetto Isee per godere della proroga del Superbonus 110% in riferimento alle singole unità immobiliari e gli edifici funzionalmente indipendenti. Contrarietà anche sulla eliminazione della facoltà di cessione del credito sugli altri bonus per l’edilizia.

Per la Confederazione modificare continuamente le misure genera incertezza e confusione con l’effetto di frenare il percorso virtuoso. È necessario invece dare continuità al sistema degli incentivi e fissare in un orizzonte temporale certo qualsiasi evoluzione normativa.