Locandina senza attrici, è polemica per il lancio di “È per il tuo bene”

ROMA – E’ polemica sui social per un nuovo caso di gender equality. Questa volta non si tratta di differenze di retribuzioni o posizioni apicali nelle aziende, ma di spettacolo. Nella locandina del nuovo film ‘E’ per il tuo bene’ di Rolando Ravello, con Marco Giallini, Vincenzo Salemme, Giuseppe Battiston, Isabella Ferrari, Valentina Lodovini e Claudia Pandolfi, si leggono chiaramente i nomi degli attori maschi, posti nella metà in alto del poster, mentre mancano del tutto i nomi del parterre di attrici.

A sollevare il caso è stata Selvaggia Lucarelli in un tweet in cui ha scritto: “Esce un film su tre uomini che sentono messa in discussione ‘la loro potenza’. Sarà per ripristinarla che hanno tolto i nomi delle donne dalla locandina, immagino”. Poche ore dopo l’ex onorevole Paola Concia rincara la dose, sempre su Twitter, scrivendo: “Le maggiori responsabili di questa cosa sono le attrici che l’hanno accettata. Che sia chiaro”. Qualche utente commenta che potrebbe trattarsi di una strategia per promuovere il film, secco il commento della Concia: ‘Peggio me sento’.

Il film è una produzione Picomedia in collaborazione con Medusa Film e in visione su piattaforme dal 2 luglio. A stretto giro sono arrivate le scuse di Medusa: “La locandina è corretta, purtroppo quello che sta girando è un cartonato preparato in fretta e furia per la conferenza stampa, nel quale per un errore umano ci sono solo i nomi degli attori. E’ stato un errore, ci scusiamo, nessun intento discriminatorio e infatti la locandina ufficiale vede tutti i nomi in cartellone”, ha spiegato all’Ansa Giampaolo Letta, ad di Medusa Film.