Mattarella: “La sicurezza di chi lavora è una priorità sociale”

Sergio MattarellaROMA – “La sicurezza di chi lavora è una priorità sociale” lo dice il Presidente Sergio Mattarella nella giornata mondiale nazionale per le vittime degli infortuni sul lavoro. Piu’ di 700 morti sul lavoro da gennaio occorre investire sulla tutela della salute dei lavoratori. Per migliorare e rivoluzionare il settore della tutela della salute sui posti di lavoro nasce il progetto “Accyourate”, che prende ufficialmente avvio grazie all’investimento e all’ingresso di Proger – società specializzata nell’ingegneria di infrastrutture e dei sistemi produttivi, leader in Italia e tra le prime 100 a livello globale (ENR “Top 225 International Design Firms”) – in Let’s Web-earable Solutions, start-up dell’Aquila che ha sviluppato diversi brevetti relativi ad una nuova generazione di sensoristica tessile, in collaborazione con le Università di Bologna e di Cagliari.

Si tratta di una tecnologia altamente innovativa «che è l’erede della migliore tradizione ingegneristica italiana e che enormi capacità di crescita», dichiara il Presidente di Proger Chicco Testa. “AccYouRate – The Human Project” apre ad una nuova era in materia di sicurezza sul lavoro e qualità della vita dei lavoratori attraverso un approccio scientifico capace di rilevare i parametri bio-vitali ed ambientali in ogni condizione. Il corredo si compone di nuova gamma di abbigliamento sensorizzato, comodo e lavabile, integrata da una architettura tecnologica studiata su un nuovo concetto di prevenzione, tutela e benessere consapevole del lavoratore.

«Proger incontra il progetto AccYouRate sul tema della sicurezza, non ingegneristica ma del lavoro – spiega ancora il presidente di Proger Chicco Testa – dal momento che abbiamo sempre avuto una controllata propensione alla possibilità di rischio».

«Siamo dinanzi a una nuova rivoluzione industriale- commenta Arnaldo Usai, Founder di Let’s Web-earable Solutions S.r.l. e nuovo CEO di AccYouRate-. Questa volta l’oggetto dell’innovazione è la nuova centralità del lavoratore. L’obiettivo numero uno è superare l’affaticamento da stress psico-fisico per aumentare la sicurezza e la qualità di vita individuale, lavorativa e personale. A garanzia del progetto anche il coinvolgimento di esperti di primo come il Direttore della Scuola di Specializzazione Medicina del Lavoro e docente universitario presso l’Università di Bologna, Francesco Saverio Violante».

Il dispositivo presentato è già stato testato dagli uomini della Croce Rossa. «Abbiamo fatto una sperimentazione facendo indossare il dispositivo ad alcuni nostri operatori e ne abbiamo potuto verificare funzionalità e validità anche sotto il profilo della prevenzione», ha dichiarato Fabio Di Lenardo, Direttore della Croce Rossa friulana.