Mercato Pc a +2,8% in Europa occidentale

ROMA – A fronte di un calo su scala globale, il mercato dei personal computer registra una crescita in Europa occidentale, dove il primo trimestre si è chiuso a +2,8% su base annua. Lo riferiscono gli analisti di Idc, secondo cui a trainare è il segmento commerciale, che ha messo a segno un +10,7%, mentre il segmento consumer ha registrato un calo dell’8,9%. “Nonostante la carenza di componenti e le difficili condizioni macroeconomiche in alcune delle principali economie, un’eccezionale performance commerciale ha tenuto a galla il mercato dei Pc in Europa Ovest”, commenta l’analista Liam Hall.

Considerando tutta l’area Emea – cioè Europa, Medio Oriente e Africa – le consegne di Pc nel primo trimestre sono diminuite del 2,7% a quota 17 milioni di unità. Il segmento commerciale ha riportato un incremento del 6%, mentre il segmento consumer ha accusato una flessione del 12,6%. A livello globale, il settore ha riportato un -3%. Tra i costruttori, Hp ha mantenuto il primo posto con 4,9 milioni di Pc consegnati nella regione Emea tra gennaio e marzo. Seguono Lenovo con 4,2 milioni di unità e Dell con 2,5 milioni. Fuori dal podio Acer (1,2 milioni) e Asus (1,1 milioni).