Milano-Cortina, Abodi: “Serve accelerare scelte, lavoro comune Cio servirà a questo”

28

MILANO – “C’è certamente l’esigenza di stringere e accelerare nelle scelte definitive, soprattutto nella scelta delle infrastrutture”. Così il ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, a margine della premiazione delle vincitrici del concorso ‘Donna Sport-L’atleta più brava a scuola 2021’, a Milano, parlando dello stato dei lavori per le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026. “Chi sta lavorando, Andrea Varnier – sottolinea Abodi – lo sta facendo da qualche giorno con competenza, conoscenza e impegno, con tutta la struttura guidata dal presidente Malagò. E questo lavoro comune con il Cio servirà proprio a dare una accelerazione alle scelte che verranno fatte”.

“Nella legge finanziaria ci sono nuovi provvedimenti, e ce ne saranno anche nei decreti successivi, per alleviare l’impatto del costo dell’energia” continua il ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, a margine della premiazione delle vincitrici del concorso ‘Donna Sport – L’atleta più brava a scuola 2021’. L’auspicio, per il ministro, è che “da qui a qualche settimana il problema possa essere in parte riassorbito”, dal momento che le strutture sono messe in difficoltà dal cari energia e gli atleti rischiano di vedere chiudere gli impianti presso i quali si allenano.

In ogni caso, assicura Abodi, “le olimpiadi sono ormai vicine” e “dal punto di vista agonistico, anche grazie a un impegno sistematico della federazione italiana nuoto e anche della federazione olimpica e paralimpica, gli atleti e le atlete riescono comunque ad avere la preparazione necessaria per competere ai massimi livelli”. E poi, sottolinea, “noi ci preoccupiamo non solo di queste eccellenze, ma anche della quotidianità dei ragazzi e delle ragazze che vanno in piscina e hanno la difficoltà di trovare gli impianti aperti perché c’è una moltiplicazione dei costi alla quale dobbiamo cercare di dare risposta come abbiamo fatto fino ad oggi”.