Nexo+ cinema e documentari in streaming: programmazione maggio 2021

50

les miserablesTra le novità: 26 titoli di grande cinema italiano della collezione AAMOD, i film Normal di Adele Tulli e Boy or Girl-My Sex is not my Gender di Valérie Mitteaux (per la Giornata internazionale contro l’omofobia), la serie di Mario Brunello su Bach realizzata per Scuola Holden, i documentari e le serie su Mirò, la Torre Eiffel, Pinuccio Sciola e l’arte immersiva (in occasione della Giornata Internazionale dei Musei), i documentari letterari per festeggiare il Maggio dei Libri (Victor Hugo, Garcia Lorca, Dracula), un nuovo titolo su Beethoven, il concerto sinfonico del compositore pianista Remo Anzovino, l’alimentazione e la grande cucina stellata raccolte in un’apposita Playlist.

Dal Primo Maggio in occasione della Festa dei Lavoratori

COSTELLAZIONE ARCHIVIO AUDIOVISIVO MOVIMENTO OPERAIO DEMOCRATICO

26 film e documentari di Bernardo Bertolucci, Giuseppe Bertolucci, Cecilia Mangini, Gian Maria Volonté, Elio Petri, Gillo Pontecorvo, Ettore Scola, Luigi Perelli, Carlo Lizzani, Ugo Gregoretti, Alessandra Bocchetti, Antonello Branca, Basilio Franchina, Ansano Giannarelli, Ennio Lorenzini, Annabella Miscuglio, Vittorio Nevano, Glauco Pellegrini

È l’archivio che ebbe come suo primo Presidente proprio Cesare Zavattini, uno dei padri del neorealismo italiano, instancabile sostenitore del cinema come straordinario e irriverente strumento di conoscenza del reale. L’ARCHIVIO AUDIOVISIVO DEL MOVIMENTO OPERAIO E DEMOCRATICO arriva su Nexo+ con una sua collezione composta da 26 titoli, tra documentari e film di grandi registi italiani. In più, in esclusiva su Nexo+, anche Cent’anni dopo. Un film sul PCI, il documentario di Monica Maurer prodotto da Fondazione AAMOD con il sostegno della Fondazione Enrico Berlinguer e ancora inedito, dedicato ai 100 anni del PCI: una lunga intervista ad Aldo Tortorella arricchita da rare immagini di repertorio.

Dal 5 maggio

BEETHOVEN SEGRETO

di Priscilla Pizzato

La corrispondenza e i diari di Ludwig van Beethoven ci regalano uno sguardo unico sulla vita e l’opera del genio. Da Vienna a Bonn, scopriamo così il compositore, il suo temperamento, le sue battaglie, le idee e l’arte che l’hanno reso celebre, cercando di comprenderlo appieno anche attraverso le note delle sue musiche, eseguite in questo inedito documentario dal Maestro Daniel Barenboim.

Dal 6 maggio data di apertura dell’Esposizione Universale di Parigi del 1889

LA TORRE EIFFEL-LA DAMA DI FERRO

di Mathieu Schwartz

Realizzata in occasione dell’Esposizione Universale del 1889, la signora di ferro divenne il monumento iconico di Parigi, incarnando la modernità e l’abilità ingegneristica del tempo. Così, quella che doveva essere una struttura temporanea da demolire entro 20 anni dalla sua costruzione, si trasformò in una delle attrazioni più visitate del mondo. L’ingegnere Gustave Eiffel ha combattuto per anni per erigere, nel cuore della città, la Torre più alta mai costruita, inizialmente bistrattata da molti e poi divenuta, contro ogni previsione, un’opera capace di rivoluzionare la tecnica di costruzione e lo stesso skyline parigino.

Dal 7 maggio

MARIO BRUNELLO COLLECTION

nella COSTELLAZIONE DI SCUOLA HOLDEN

Le prime tre suites per violoncello di Bach suonate e raccontate dal violoncellista Mario Brunello in tre silenzi diversi, in un progetto di Scuola Holden.

Mario Brunello – Io, Bach e sei silenzi: Il silenzio del tempo

La prima Suite è stata registrata in autunno. Il silenzio era quello di Arte Sella, una valle delle Dolomiti che è diventata, negli anni, un museo all’aria aperta dove le opere d’arte sono tutte realizzate con i materiali offerti dai boschi (imperdibile quella che lì chiamano “La Cattedrale”).

Mario Brunello – Io, Bach e sei silenzi: Il silenzio della solitudine

Il secondo silenzio è quello di una vecchia lavanderia di Castelfranco Veneto, abbandonata da tempo. Lì vicino abita Mario Brunello ed è lui che, girando per le strade con il suo violoncello nella custodia rosso Ferrari, ha scelto quel posto. A prima vista vi sembrerà un postaccio, polveroso e malandato, ma siamo certi che la seconda Suite di Bach lo renderà magico.

Mario Brunello – Io, Bach e sei silenzi: Il silenzio delle idee

Il terzo silenzio è quello di Pesariis, un piccolo paesino del Friuli, definito il paese degli orologi. Se non l’avete mai visto ne rimarrete impressionati: gli abitanti sono pochi e silenziosi e tutti i giorni alle 12 le campane della chiesa intonano un inno friulano che risuona in tutta la valle. Saranno gli orologi a scandire il tempo della terza Suite di Bach.

Dal 12 maggio

JOAN MIRÒ – IL FUOCO INTERIORE

di Albert Solé

Sebbene sia noto soprattutto per le sue tele luminose e colorate, Joan Miró ha aperto nuovi orizzonti in ogni campo della creazione, diventando un artista per cui la libertà di immaginare era una necessità assoluta. Miró aveva un profondo attaccamento alla sua terra natale e si oppose ferocemente al franchismo con opere come El Segador e la serie Barcelona. Inoltre, anche negli ultimi anni della sua vita, continuò a sperimentare nuovi concetti, senza mai esitare tanto che, a 80 anni, cosparse di benzina e incendiò alcune delle sue tele. Questo documentario è un viaggio tra interviste e testimonianze che offriranno una prospettiva personale e inedita su un artista che, fino ai suoi ultimi giorni, non ha mai smesso di stupire.

Dal 13 maggio a 5 anni dalla scomparsa di Pinuccio Sciola

PINUCCIO SCIOLA-THE HEART OF STONE

di Luca Scarzella

Nel suggestivo “Giardino Sonoro” dello scultore sardo Pinuccio Sciola (1942-2016), a San Sperate nei pressi di Cagliari, ha preso vita nell’estate del 2015 un progetto originale ideato dalla pianista veneziana Gloria Campaner, dal jazzista polacco Leszek Możdżer e dallo stesso Sciola, intitolato The Heart of Stone. Il lavoro, che unisce musica classica, jazz e arte, grazie all’utilizzo delle celebri “pietre sonore” dello scultore – di grande impatto visivo oltre che uditivo – è culminato in uno spettacolo al Teatro Comunale di Dorgali (Nuoro) per la ventottesima edizione del Cala Gonone Jazz Festival. Il documentario, co-prodotto dall’Associazione Culturale L’Intermezzo di Nuoro, da Giuseppe Giordano e da Giancarlo Marcialis, ripercorre le tappe che hanno segnato la nascita del progetto e segue da vicino i tre protagonisti e le impressioni scaturite dal loro incontro artistico e umano. The Heart of Stone si ispira ai quattro elementi naturali: l’Acqua è nella musica di Wasserklavier di Luciano Berio, brano che viene accostato alla pietra calcarea che ha la memoria del “suono liquido”; il Fuoco è evocato da Vers la flamme di Aleksandr Scrjabin, abbinato al basalto e alle pietre di origine vulcanica; l’Aria risuona nel brano jazz scritto per l’occasione da Możdżer; la Terra, infine, elemento materno, primordiale, è il luogo da cui hanno origine le “pietre sonore”. Il documentario è realizzato col sostegno del Borletti Buitoni Trust.

Dal 14 maggio

Food Culture Week: una settimana dedicata al mondo della cucina, ai grandi chef, alla gastronomia, all’alimentazione, ai mercati e allo street food.

GLOBESITY – UN MONDO SOVRAPPESO

di Sylvie Gilman & Thierry De Lestrade

Un’epidemia si sta diffondendo in tutto il pianeta. È conosciuta come obesità ed è una bomba a orologeria. Come si può fermare? Globesity è un’indagine internazionale non convenzionale e sorprendente che cancellerà molti pregiudizi sulla questione e distinguerà con chiarezza i fatti dalla finzione.

HAUTE CUISINE STORY. OGNI PIATTO UN CAPOLAVORO

di Olivier Julien

All’alba del 20 ° secolo, un piccolo signore nato in Provenza ha rivoluzionato con il suo talento la cucina francese per renderla un punto di riferimento mondiale. Chef leggendario, Auguste Escoffier ha plasmato tutti i canoni della gastronomia moderna e il suo fantasma benevolo continua ancor oggi a ispirare i più grandi chef di tutto il mondo. Organizzazione della brigata in cucina, invenzione di cappelli bianchi, gare di cucina e ricette entrate nella leggenda: non c’è una componente del mondo della gastronomia contemporanea che Escoffier non possa rivendicare. Per tutta la vita ha infatti contribuito a elevare la cucina al rango d’arte, a fare del pasto un’opera a se stante e a trasformare gli chef in vere e proprie star.

FAST FOOD NATION

di Richard Linklater

Basato sul bestseller di Eric Schlosser, il film racconta del responsabile marketing della ctena di fast food Mickey’s, Don Anderson (Greg Kinnear), che viene informato da un suo superiore che la carne destinata a diventare hamburger per il prodotto di punta della catena, il panino “Big One” sia risultata a un’analisi indipendente contaminata da un’elevata quantità di feci. Gli viene così ordinato di andare a indagare direttamente in fabbrica nella speranza che riesca a sapere qualcosa di più sulla vicenda… Nel passare dagli ovattati ambienti delle sale riunioni della sua società californiana ai mattatoi in cui la manodopera a basso costo degli immigrati clandestini concia carni senza sosta e in condizioni pericolosamente antigieniche, Don attraversa la “Middle America” dei grandi mall globalizzanti, fino alla scoperta di una Fast Food Nation di consumatori inconsapevoli, che non si accorgono di essere il vero oggetto di consumo di un’industria sospinta da un’insaziabile fame di carne fresca. In ogni senso.

FOOD MARKETS

3 stagioni

Tre stagioni che ci guidano alla Boqueria di Barcellona, al Nashmarket di Vienna, a Porta Palazzo a Torino, e ancora per i mercati di Budapest, Lione, Amsterdam, Helsinki, Lisbona, Monaco, Palermo, Firenze, Friburgo, Riga, Tolosa, Zagabria… Perché, mentre tra le bancarelle dei mercati scegliamo cosa comprare, possiamo sperimentare colori, profumi e sapori di un’intera regione oppure capire come sia possibile trovare delle prelibatezze anche a 30 gradi sotto lo zero o ancora intuire come certi formaggi derivino da ricette tradizionali millenarie.

Playlist Food Culture

  • Le ricette della signora Toku di Naomi Kawase
  • Ramen Heads di Koki Shigeno,
  • La moglie del cuoco di Anne Le Ny
  • Soul Kitchen di Fatih Akin
  • Little Forest di Yim Soon-rye,

Dal 17 maggio in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia

NORMAL

di Adele Tuli

Normal è un viaggio visivo attraverso le norme di genere nella società contemporanea. Immersi in un mosaico caleidoscopico di scene visivamente potenti, gli spettatori sperimentano le performance ritualizzate della femminilità e della mascolinità, nascoste nelle interazioni ordinarie, dalla nascita sino all’età adulta. Isolando gli elementi talvolta grotteschi e inquietanti che circondano la nostra vita quotidiana, Normal medita su ciò che rimane sempre impercettibile: le sue norme sociali, i suoi meccanismi interni. Il risultato è che ciò che viene considerato “normale” non è più così rassicurante.

BOY OR GIRL? MY SEX IS NOT MY GENDER

di Valérie Mitteaux

Nascere donna, sentirsi uomo e decidere di attraversare la frontiera tra i generi. Questo è il percorso di Lynnee, Rocco, Kaleb e Migue. Le scelte di queste persone transgender mettono in discussione la nozione stessa di genere. Essere una donna, essere un uomo, che cosa significa? Perché implica modi diversi di agire e di essere nel mondo?

Dal 18 maggio in occasione della Giornata Internazionale dei Musei

IMMERSIVE WORLD

Docu-serie in 10 episodi di Guto Barra

Attraverso interviste ad artisti, curatori, registi e autori, ogni episodio di questa serie esplora un aspetto diverso delle esperienze immersive che stanno sempre più affermandosi nella cultura contemporanea. Che prenda parte alle esperienze dei più importanti musei di tutto il mondo o agli spettacoli degli Immersive Theatres di Broadway, il pubblico di oggi non vuole più essere soltanto “passivo”: preferisce piuttosto diventare parte di un universo in cui realtà e finzione spesso riescono a mescolarsi. Immersive World esplora i molteplici aspetti di questo tipo di arte, indagando anche il rapporto con le nuove tecnologie e concentrandosi su artisti di video mapping, installazioni interattive e arte cinetica.

LOUVRE-MUSEO SENZA TEMPO

di Anne-Claire Danel

Per quasi 230 anni, il Louvre è stato fonte perenne di ispirazione, sogni, fantasie. Il museo, che ospita decine di migliaia di opere d’arte, non cessa mai di affascinare, stupire e coinvolgere i suoi numerosissimi visitatori. In questo documentario scopriremo i legami che si intrecciano tra il museo e i suoi ospiti ed esploreremo ciò che rende ancora oggi il Louvre un luogo eterno e senza tempo. E uno dei musei più amati di sempre.

Dal 22 maggio giorno della morte di Victor Hugo

HUGO. LES MISERABLES

di Grégoire Polet

Les Misérables è uno dei romanzi più famosi della storia della letteratura. Meglio ancora, Les Misérables ha fatto del suo autore un portavoce del popolo. Come e perché questo testo è ancora così importante? Questo documentario si propone di incontrare coloro che si riconoscono in Hugo (1802-1885), per raccontarci come lo scrittore ha dato vita a Les Misérables e soprattutto come Les Misérables hanno “plasmato” Hugo, l’Hugo che noi tutti conosciamo, l’Hugo che lui stesso voleva essere.

Un uomo del popolo. Ieri come oggi.

Dal 26 maggio data della prima pubblicazione di Dracula di Bram Stoker

DRACULA L’ETERNO

di Emmanuelle Nobecourt

Da sempre i vampiri emanano un magnetismo unico. Queste creature universali e senza tempo attirano e respingono, affascinano e terrorizzano, portando alla luce le nostre più grandi paure e i nostri desideri più reconditi. I vampiri non sono mai passati di moda e oggi stanno vivendo una nuova giovinezza. Tutto è iniziato alla fine del XIX secolo, precisamente il 26 maggio 1897, con la prima pubblicazione del capolavoro gotico di Bram Stoker, Dracula, che ci ha introdotto all’iconico vampiro che tutti conosciamo. Riscopriamo l’emozionante (e terrorizzante) storia del Principe delle Tenebre e delle sue numerose incarnazioni.

Dal 28 maggio

QUANDO SPUNTA LA LUNA. VITA E DESTINO DI GARCÍA LORCA

Documentario in 3 episodi di Juan José Ponce

Nel 1929, Garcia Lorca trascorre a New York nove mesi fondamentali per la sua vita personale e la sua carriera letteraria. Assieme ad esperti come Ian Gibson, Christopher Maurer, Laura García Lorca, Antonio Muñoz Molina e Luis Antonio de Villena, ripercorriamo i suoi passi per le strade della Grande Mela alla ricerca del segno lasciato dal poeta granadino, tra il suo soggiorno alla Columbia University e le sue lunghe serate ai jazz club di Harlem. Ci proiettiamo poi nel 1933, anno della sua seconda avventura americana: l’Argentina e l’Uruguay lo aspettano per incoronarlo come uno dei migliori drammaturghi di tutti i tempi. Sarà qui che Lorca vivrà l’età d’oro del tango, incontrando Carlos Gardel e Jorge Luis Borges e stringendo un’amicizia indissolubile: quella con il futuro vincitore del Premio Nobel Pablo Neruda.

Dal 29 maggio

THE WORLD OF REMO ANZOVINO

di Giulio C. Ladini

Entriamo nel mondo del compositore e pianista italiano, tra i massimi esponenti della scena strumentale, già Nastro D’Argento 2019 per la “Musica dell’Arte”. In questo concerto evento, accompagnato dall’Orchestra d’Archi Rimini Classica sul palco dello storico Teatro Amintore Galli di Rimini, possiamo scoprire il suo mondo sonoro, fatto di evocative composizioni, straordinarie colonne sonore per il cinema e per l’arte e caratterizzato da una particolare visione armoniosa della scrittura musicale, che gli ha permesso di sviluppare un’intensa carriera concertistica in tutto il mondo.

La piattaforma Nexo+ è un progetto Nexo Digital sostenuto dai media partner Radio DEEJAY, Radio Capital, Rockol.it, Classic Voice, Danza&Danza, ARTE.it.