Papa Francesco: “Dante profeta di speranza, dà slancio al nostro cammino”

37

foto papa francescoCITTÀ DEL VATICANO – “In questo particolare momento storico, segnato da molte ombre, da situazioni che degradano l’umanità, da una mancanza di fiducia e di prospettive per il futuro, la figura di Dante, profeta di speranza e testimone del desiderio umano di felicità, può ancora donarci parole ed esempi che danno slancio al nostro cammino. Può aiutarci ad avanzare con serenità e coraggio nel pellegrinaggio della vita e della fede che tutti siamo chiamati a compiere”. Sono le parole con cui si conclude la Lettera apostolica “Candor lucis aeternae” di papa Francesco nel VII centenario della morte di Dante Alighieri.

Il Papa firma e pubblica “Splendore della Luce eterna” nella solennità dell’Annunciazione, giorno “in cui la Liturgia celebra questo ineffabile Mistero” che “è anche particolarmente significativo per la vicenda storica e letteraria del sommo poeta Dante Alighieri, profeta di speranza e testimone della sete di infinito insita nel cuore dell’uomo”. In questa ricorrenza, pertanto, “desidero unirmi anch’io al numeroso coro di quanti vogliono onorare la sua memoria nel VII Centenario della morte”, scrive Francesco all’inizio del testo, suddiviso in un’introduzione e nove capitoli.

“Non può dunque mancare, in questa circostanza, la voce della Chiesa – annota il Pontefice – che si associa all’unanime commemorazione dell’uomo e del poeta Dante Alighieri. Molto meglio di tanti altri, egli ha saputo esprimere, con la bellezza della poesia, la profondità del mistero di Dio e dell’amore”.