Piano eliminazione barriere architettoniche, 12,5 milioni di euro alle Regioni

10

ROMA – In tema di eliminazione delle barriere architettoniche degli edifici è stato fatto un importante passo avanti operativo. Infatti, con l’inizio del nuovo anno è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’Ufficio per le Politiche in favore delle persone con disabilità del 10 ottobre 2022 che reca “Attribuzione alle Regioni e alle Province autonome delle risorse per la realizzazione di Piani per l’eliminazione di barriere architettoniche (PEBA) e per il finanziamento di un progetto a sostegno della mobilità delle persone con disabilità”.

Ricordiamo che i PEBA rappresentano uno dei principali strumenti che le amministrazioni locali e comunali hanno a disposizione per mettere in pratica soluzioni e progetti per migliorare l’accessibilità dei territori e degli edifici di loro competenza. Istituiti con Legge n.41/1986 che riguardava solo gli edifici pubblici, poi modificata con Legge 104/1992 che comprende anche gli spazi urbani, i PEBA ad oggi sono stati adottati da un numero piuttosto esiguo di Comuni.

In questo senso l’entrata in vigore del provvedimento dovrebbe accelerare l’adozione dei PEBA da parte dei Comuni, assegnando alle Regioni nuove risorse al “Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità”, così destinate:

– 12 milioni di euro per le Regioni e le Province autonome destinati alla progettazione di Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA).

– 660 mila euro per il finanziamento di un progetto a sostegno della mobilità di persone con disabilità che favorisca l’individuazione degli stalli riservati ai veicoli riservati a persone con disabilità, da realizzare mediante apposita convenzione in collaborazione con il MIT, il Dipartimento per la Trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’ANCI e l’ACI in qualità di soggetto attuatore.

L’erogazione dei fondi alle Regioni avviene a seguito di specifica richiesta, accompagnata da apposita delibera della Giunta Regionale nella quale vengono indicati l’entità e la modalità di erogazione dell’incentivo ai Comuni che non abbiano ancora adottato il PEBA alla data di adozione delle delibera stessa. Le richieste devono essere inviate in formato elettronico via PEC all’indirizzo ufficio.disabilita@pec.governo.it entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del decreto, ovvero entro il 17 febbraio 2023.