Pnrr, presentati 3 progetti pilota ‘Green Communities’: Emilia Romagna, Piemonte e Abruzzo

29
ROMA – Sono stati presentati – nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Roma, presso la sede del Dipartimento per gli Affari regionali e le autonomie – i tre progetti pilota delle “Green Communities”, per i quali sono state selezionate le Regioni Emilia Romagna, Piemonte e Abruzzo. All’incontro con i giornalisti hanno partecipato, il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e il vice presidente della Regione Abruzzo, Emanuele Imprudente.
Le “Green Communities” – comunità locali costituite da territori rurali e di montagna che intendano sfruttare in modo equilibrato tutte le risorse principali di cui dispongono – sono state inizialmente previste dalla legge di stabilità del 2016, che ha assegnato al Dipartimento per gli Affari regionali e le autonomie la predisposizione della cosiddetta “Strategia nazionale delle Green Communities”, di concerto con gli altri Ministeri e con la Conferenza Unificata.
Il Piano nazionale di ripresa e resilienza – all’interno della Componente 2 relativa a “Energia rinnovabile, idrogeno, rete e mobilità sostenibile” della Missione 2, “Rivoluzione verde e transizione ecologica” – prevede uno specifico investimento di 135 milioni di euro, il cui coordinamento è affidato al Dara, per 30 “Green Communities” oltre ai 3 progetti pilota annunciati oggi. I tre progetti pilota selezionati dal Dipartimento per gli Affari regionali e le autonomie sono: l’Unione montana dell’Appennino Reggiano “La montagna del latte” (Emilia-Romagna), la Green Community “Terre del Monviso” (Piemonte), la Green Community “Parco Regionale Sirente Velino” (Abruzzo).
“I progetti pilota rappresentano best practices a livello nazionale, fortemente rappresentative della volontà del governo di valorizzare i territori, montani e appartenenti alle aree interne, che possano fungere da volano di sviluppo per l’intero Paese”, ha affermato il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini. “Sia per questi che per i successivi 30 progetti, verranno coinvolti Regioni, Province, Comuni, associazioni, cittadini e imprese. La collaborazione interistituzionale è il pilastro sul quale edificare l’impianto dell’intero investimento previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. L’intervento delle ‘Green Communities’ si inserisce nel più ampio quadro strategico e normativo che si sta delineando con il disegno di legge sulla montagna, recentemente approvato dal Consiglio dei ministri, che vede le montagne italiane protagoniste anche nel Pnrr”, ha concluso il ministro.