Poste, Uncem: “Bene il ritorno degli orari pre Covid nell’apertura degli uffici”

13

ROMA – Alcune decine di uffici postali di piccoli Comuni italiani torneranno dai prossimi giorni agli orari pre-Covid. Con l’inizio della pandemia e il primo lockdown a febbraio 2020, Poste aveva infatti ridotto – in accordo con Ministero dell’Economia e Ministero della Salute, comunicandolo poi anche a Uncem – orari e giorni di apertura degli uffici. In particolare le riduzioni da sei giorni a tre avevano creato non pochi malumori tra i Sindaci. Uncem aveva sempre chiesto all’azienda guidata da Matteo Del Fante e Giuseppe Lasco di tornare al più presto agli orari pre-pandemia. Così è gradualmente, sempre rispettando regole d’intesa con CTS e chi si occupa di emergenza sanitaria.

“Riaperture e i ritorni degli orari pre-Covid sono sicuramente un ottimo segnale – commenta Marco Bussone, Presidente Uncem – Molti Sindaci lo chiedevano. Per soddisfare una utenza che, in particolare nei mesi invernali, avrà maggiori possibilità e opportunità. Il dialogo con l’azienda prosegue, da parte di Uncem, intenso e proficuo, a livello centrale e nelle diverse regioni. Poste ci aveva sempre rassicurato sulle riattivazioni di orari completi, senza tagli, non appena possibile. Ora proseguiamo il lavoro insieme per dare corpo ai 18 punti presentati nelle due edizioni di ‘Sindaci d’Italia’ con Poste alla Nuvola di Roma. Dobbiamo recuperare il tempo che la pandemia ha rallentato e Uncem farà ancora da snodo e da collante, ove necessario, nei rapporti tra Sindaci e Poste”.